1 febbraio 2015, la rovesciata decisiva di Mauricio Pinilla (che salvò l’Atalanta)

 

1 febbraio 2015, Atalanta-Cagliari: scontro diretto per non retrocedere. Gli uomini di Colantuono non sono più quelli dell’anno scorso, e il mister romano ha bisogno di una vittoria non solo per dare fiducia all’ambiente, ma anche alla società visto il rischio esonero. Il clima allo stadio è povero di entusiasmo: soprattutto dopo la decisione di far entrare all’Atleti Azzurri d’Italia soltanto i tesserati (lasciando fuori gli ultras orobici).

La gara è all’insegna dell’equilibrio, dove entrambe le squadre ribattono colpo su colpo: Dessena risponde al goal di Biava, e Stendardo sfiora il goal poco dopo un palo dei sardi. L’1-1 sembra destinato a diventare realtà, ma al 93′ cross dalla destra di Cigarini, rovesciata monumentale di Mauricio Pinilla e palla in rete. Il comunale esplode di gioia. L’Atalanta porta a casa l’intera posta in palio: con il senno di poi quel gesto calcistico tanto bello quanto impeccabile sarà decisivo nella permanenza in Serie A.

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: Filippo Davide Di Santo