14 dicembre 1995, quell’Atalanta-Cagliari sotto la neve (con gli ultras nel ruolo di spalatori)

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

La partita Atalanta-Villarreal verrà ricordata principalmente dai tifosi nerazzurri per la neve che costrinse la rinvio. Qualcuno sugli spalti disse “una volta ci pensavano gli ultras a spalare la neve dal campo”, ma esattamente 26 anni fa l’Atalanta giocò contro il Cagliari un quarto di finale di Coppa Italia: contesto condito da una grande nevicata che solo gli ultras stessi riuscirono a spalare via (e quindi dare la possibilità alla Dea di passare il turno).

14 dicembre 1995, l’Atalanta di Emiliano Mondonico è pronta ad affrontare il Cagliari per i quarti di finale di Coppa Italia. Motivazioni a mille, squadra intenzionata a fare bene, ma c’è un problema: a Bergamo è scesa una neve che ha reso impraticabile il campo. Gli addetti alla rimozione non erano riusciti a concludere i lavori, e il tutto sembrava presagire ad un rinvio inevitabile. Ad un certo punto Randazzo decise di aprire i cancelli della Nord per far entrare alcuni ultras in campo: con l’obiettivo di dare il proprio contributo lavorativo. A mezz’ora dall’inizio gli “ultras spalatori”, con una notevole rapidità, riuscirono a liberare il campo senza problemi. La ciliegina sulla torta arriva con la qualificazione grazie ad un 4-2 firmato da Morfeo, Pisani e una doppietta di Tovalieri. L’Atalanta è anche questo (come giusto che sia).

Autore dell'articolo: Filippo Davide Di Santo