Amarcord Atalanta-Sassuolo 2013-2014, festa (e corsa all’Europa) rovinata

 

Quando si tende a citare questo match, la memoria richiama quel 3-1 che consegnò la Champions League alla Dea, ma per alcuni riaffiorara quel pomeriggio strano dell’aprile del 2014. Dopo le 6 vittorie consecutive, l’Atalanta era pienamente in corsa per la zona Europa League, e i nerazzurri (carichissimi) dovevano affrontare un Sassuolo in piena crisi. Un copione perfetto: stadio esaurito, coreografia e un sole che baciava Bergamo. Pronti via e la Dea parte all’attacco, arrivando a creare tante palle goal tra cui una clamorosa: Estigarribia tenta un tiro dalla distanza, Pegolo para non trattenendo e De Luca, autore di tante occasioni sprecate quel pomeriggio, calcia a botta sicura, ma il portiere riesce a parare. La disperazione della squadra è tanta, e il Sassuolo ne approfitta con un Sansone in giornata, autore di una doppietta: 0-2 e sogni europei praticamente frantumati. Chissà come sarebbe cambiata la storia se il numero 91 atalantino avesse messo in rete quella palla.

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: Filippo Davide Di Santo