Crostata all’amaretto

Crostata all’amaretto con ricotta vaccina

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Crostata all’amaretto con ricotta vaccina è adatta in ogni occasione. Dolce smaliziato, conquista i palati più sopraffini. Una ricetta davvero da … gustare!

Crostata all’amaretto con ricotta vaccina; ecco la ricetta

Per la frolla:

  • 300 grammi di farina 00 (più quella necessaria per la lavorazione che useremo sul piano da lavoro)
  • Due uova
  • 140 g di zucchero
  • 160 g di burro ridotto a pezzetti e fatto ammorbidire a temperatura ambiente
  • Una bustina di lievito per dolci
  • Un cucchiaino di essenza alla vaniglia
  • Un pizzico di sale
  • Zucchero a velo

 Per il ripieno:

  • 300 g di ricotta Vaccina già sgocciolata dal siero
  • Un uovo
  • 250 g di amaretti
  • 120 g di zucchero
  • 200 g di cioccolato fondente tritato
  • 35 ml di liquore all’amaretto

Stampo 20-22 cm di diametro. Forno statico, con grata a metà a 170/180°C.

Preparazione Crostata all’amaretto con ricotta vaccina. Parte prima

Setacciamo molto bene la farina con il lievito e poi andiamo a mescolare lo zucchero con un pizzico di sale.

In seguito aggiungiamo il burro ammorbidito a pezzetti piccoli e iniziamo a lavorare il tutto con la punta delle dita, ma molto energicamente, in modo da ottenere un composto sabbioso.

Al centro di questo composto, facciamo un incavo nel quale andiamo ad aggiungere le uova, impastando tutto fino a ottenere una frolla morbida; ma non appiccicosa.

Avvolgiamo il tutto a “mo’ di palla” in una pellicola trasparente, facendo riposare almeno un’ora in frigorifero.

Preparazione Crostata all’amaretto con ricotta vaccina. Parte seconda

Nel frattempo prepariamo la farcia. Iniziamo a sbattere l’uovo con lo zucchero fino a renderlo spumoso, e poi aggiungiamo a cucchiaiate la ricotta, facendo ben amalgamare.

Dopo, inseriamo gli amaretti ben tritati e amalgamiamo con un cucchiaio o una spatola.

Infine, uniamo il cioccolato tritato grossolanamente con un coltello. Per ultimo versiamo il liquore “massaggiando” l’impasto con una spatola, senza esagerare con i movimenti, per non “stressare” il ripieno.

Adesso riprendiamo la nostra pasta frolla che divideremo per 2/3 e, stendiamo con il mattarello su un foglio di carta forno, leggermente infarinato. Lo spessore è di 5-6 mm.

Infariniamo una teglia a cerniera di circa 20-22 cm di diametro. Imburriamo e infariniamo lo stampo oppure, utilizziamo la carta forno. Dopo stendiamo l’impasto con il mattarello, che andremo conseguentemente ad adagiare all’interno della teglia.

Dobbiamo creare un bordo che risulti abbastanza alto e, con le mani, ci aiutiamo lavorarla bene. Adesso inseriamo all’interno il ripieno e lo pareggiamo al bordo accuratamente, in modo da renderlo omogeneo.

A seguito di questa quest’operazione, prendiamo la pasta avanzata e creiamo delle striscioline, quelle tipiche della crostata, che formeranno la grata del nostro dolce.

 

Inforniamo a forno preriscaldato statico per 170/180 gradi (dipende sempre dalla cottura del vostro forno) e lo lasciamo per 45 minuti.

Passato il tempo di cottura, nel quale si vedrà la pasta leggermente biscottata, sforniamo il nostro dolce e lo facciamo raffreddare completamente all’interno della teglia.

Una volta fredda, la togliamo dallo stampo e spolverizziamo con dello zucchero a velo.

Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24