La Trippa: una versione Maiellese

La Trippa: una versione Maiellese

intopic.it feedelissimo.com  
 

La Trippa: una versione Maiellese. La Trippa è un piatto tipico della gastronomia italiana. Rivisitata in più zone d’Italia, si presta molto alla fantasia e, a seconda della propria regione o della propria tradizione.

Una volta si credeva che la trippa derivasse dall’intestino del bovino, cosa assolutamente non vera perché questa frattaglia è niente di meno che appartenente allo stomaco dell’animale. Le regioni nelle quali la trippa è più valutata sono la Calabria, l’Emilia-Romagna, il Lazio, Liguria, Lombardia, Piemonte, Toscana, Friuli Venezia Giulia e il Veneto.

In ognuna di queste regioni, si possono gustare degli elaborati di questo fantastico alimento, spesso poco conosciuto e poco valutato. Oggi proponiamo una ricetta semplice ma gustosa per chi è amante della trippa. Buona lettura ma soprattutto buon appetito!

🍲 La Trippa: una versione Maiellese. Ingredienti

Ingredienti per 6 persone:

1 kg di trippa (già tagliata)

130 ml di olio evo

Aglio tritato

Soffritto preparato con sedano, carote, cipolle tritati

1\2 cucchiaino di zenzero

1\2 cucchiaino di noce moscata

chiodi di garofano

1\2 cucchiaino di peperoncino

1\2 cucchiaino di curry

100 ml di vino bianco

1\2 cucchiaino di curcuma

1 foglia di alloro

1\2 cucchiaino di paprika dolce

1\2 cucchiaino di paprika piccante

1 ciuffo di prezzemolo tritato

1\2 cucchiaino di maggiorana

1 cucchiaio di pepe

Un cucchiaio raso di origano

sale grosso q.b.

1 scatola di pelati

🍲 La Trippa: una versione Maiellese; come si procede

Iniziamo a mettere in una grossa pentola (preferibilmente di terracotta) il soffritto, l’olio, la trippa e tutte le spezie.

Pentola in terracotta

Far rosolare e, dopo 10 minuti, sfumare con 100ml di vino bianco. Una volta evaporato, aggiungere i pelati e l’acqua, fino a coprire la trippa abbondantemente.

Di seguito, riportare a bollore e riabbassare la fiamma.

Lasciare cuocere a fuoco basso per un’ora circa. Una cosa importante da dire è che la trippa dovrà presentarsi molto morbida. Quindi bisogna assaggiarla per vedere se si presenta tenera.

Nel caso in cui dovesse essere dura, aggiungere un po’ d’acqua bollente in modo da non interromperne la cottura.

Alla fine, la Trippa dovrà risultare morbida e umida. Se piace, in base al vostro palato, servire con crostoni di pane arrosto.

Leggi la ricetta della Torta Afrodite senza cottura

Se ti piacciono le mie ricette seguimi sul gruppo Facebook Divinamente deliziosa, la nostra cucina

 
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di WebMagazine24
     
 
 

Articoli consigliati:


Autore dell'articolo: Stefania Di Francescantonio

Avatar