Nel ricordo di Ivan Ruggeri: presidente dell’Atalanta dal 1994 al 2007

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Il 6 aprile 2013 ci lasciava Ivan Ruggeri: ex presidente dell’Atalanta 1994 al 2007, entrato nel cuore dei tifosi orobici visto l’impegno e dedizione nei confronti dei colori nerazzurri. Nato il 14 Ottobre del 1944 a Telgate, Ivan fa dell’impegno la sua arma migliore, portandolo dall’azienda di famiglia al ciclismo fino all’Atalanta. Nel 1977 entra per la prima volta in società, rilevando la quota azionaria da Sergio Nessi. Ne diventa presidente nel 1994 subentrando ad un Percassi tanto ambizioso quanto poco esperto ai tempi, coinvolgendo anche i figli Alessandro e Francesca. Ruggeri era sempre con i piedi per terra, salvaguardando sempre le tradizioni: dal settore giovanile fino ai bilanci sempre in regola, non nascondendo le sue ambizioni. Con lui l’Atalanta disputa 10 campionati di Serie A e 5 in Serie B, dove le maggiori soddisfazioni durante la sua guide sono state tante: la finale di Coppa Italia 1995-1996 (persa contro la Fiorentina), l’ottimo campionato nel 2000-2001 e il record di punti in Serie A targato 2006-2007.

Con la tifoseria c’è sempre stato un rapporto di odio-amore, ma la stima e il rispetto non è mai venuto a mancare. Il 16 gennaio 2008 venne colpito da una fatale emorragia cerebrale, che lo costrinse a vivere gli ultimi cinque anni della sua vita in uno stato vegetativo. Dopo nove mesi di ricovero ospedaliero, la presidenza della società calcistica passò temporaneamente al figlio Alessandro, che a soli 21 divenne il presidente più giovane nella storia della Serie A. Il 6 aprile 2013 Ivan Ruggeri muore all’età di 68 anni. Chissà come vivrebbe la Dea ai giorni nostri: teso, pieno d’entusiasmo in Tribuna d’onore (come da tradizione). Gli anni passano, ma il ricordo non sbiadisce: soprattutto per chi ha fatto la storia dell’Atalanta Bergamasca Calcio.

Autore dell'articolo: Filippo Davide Di Santo