Genoa, con Taarabt e Morosini arriva la rivoluzione sulle fasce

Taarabt e Morosini cambiano volto alla squadra di Juric. Il Genoa che sta uscendo da questo mercato di gennaio potrebbe essere molto diverso da quello visto fino a dicembre.

Fasce nuove

Taarabt e Morosini rischiano di dare un volto del tutto nuovo al Genoa. La cessione di Rincon ha già sortito un effetto: il ritorno di Rigoni nel ruolo di centrale di centrocampo. Sulla fascia è stato così promosso Ninkovic, ma non è una soluzione definitiva. Da notare che, sull’altra fascia c’è un Ocampos che non riesce a fare il salto di qualità. Per questo motivo, Juric pensa ad un’autentica rivoluzione.
Taarabt, già nel Milan di Seedorf aveva offerto buone prestazioni sulla fascia, arrivando a segnare 4 reti in 14 gare da titolare.
Morosini è un’autentica scommessa in quel ruolo. Nasce trequartista e ha sempre giocato dietro una o due punte, ma la sua duttilità tattica e la sua capacità di saltare l’uomo potrebbero spingere Juric a spostarlo sulla fascia mancina con Taarabt su quella opposta.
L’altro esterno acquistato, Beghetto, per ammissione dello stesso Juric, parte dalle retrovie. Al momento, l’ex Spal è indietro.
Il compito del tecnico è quello di aumentare il tasso offensivo della squadra. Del resto, uno dei problemi principali del Genoa è proprio la poca vena realizzativa.
Con 21 reti realizzate i rossoblù hanno il settimo attacco peggiore della serie A. Peggio solo Empoli, Crotone, Pescara, Palermo, Bologna e Chievo.

Pinilla o Simeone?

Non solo Taarabt e Morosini. L’addio di Pavoletti e il ritorno di Pinilla pongono un altro quesito per il ruolo di centravanti. Il cileno o Simeone nel ruolo di centravanti? Probabilmente Juric darà ancora fiducia al Cholito. L’argentino vive un momento di appannamento, ma ha doti importanti e ha già dimostrato di poter reggere il peso dell’attacco. Il cileno fungerà da arma tattica in corsa, magari per provare a sparigliare le carte in tavola. Non è comunque escluso che Juric valuta di gara in gara chi utilizzare. Di certo l’arrivo dell’ex Atalanta amplia le possibilità offensive della squadra rossoblù.

 

Share This: