Trasporti pubblici locali, in arrivo 150 milioni di euro

Trasporti pubblici locali, in arrivo 150 milioni di euro

 

ROMA – La voce trasporti pubblici locali ha un peso specifico, nella Legge di bilancio 2022, che supera i 150 milioni di euro. L’impegno più cospicuo è rappresentato da rifinanziamento, per 100 milioni nel 2023 e 250 nel 2024, del Fondo per il sostengono al trasporto pubblico locale. Questo fondo era stato istituito per compensare i minori ricavi tariffari legati alla riduzione del numero di passeggeri che hanno usato i mezzi pubblici a causa della pandemia.

Altri due milioni quest’anno e quattro per ciascuno dei due anni successivi andranno invece a costituire la dotazione di un nuovo fondo, pensato per finanziare la realizzazione di nuove ciclovie e infrastrutture di supporto in connessione a reti di trasporto pubblico locale e ferroviario, effettuati dai Comuni, dalle Città metropolitane e dalle Unioni di Comuni.

Trasporti pubblici locali, in arrivo 150 milioni di euro

Enormi, poi, gli stanziamenti destinati al completamento della linea C della metropolitana di Roma. Il completamento della tratta T2, la realizzazione della tratta T1 e l’adeguamento contrattuale dei maggiori costi sostenuti per i lavori alla tratta T3, costeranno agli italiani ben 2,2 miliardi di euro da qui al 2032.

Questi sono così distribuiti nel tempo: 50 milioni di euro nel 2023, 2024 e 2025, 100 milioni di euro per ciascuno degli anni 2026 e 2027, 200 milioni nel 2028 e 2029, 500 milioni negli anni 2030 e 2031 e 450 milioni di euro nel 2032. L’erogazione è subordinata alla presentazione entro il 28 febbraio 2023, da parte del Commissario straordinario, di un quadro aggiornato dell’avanzamento dell’opera e un cronoprogamma procedurale e finanziario.

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24