Baglioni canterà l'inno di Mameli alla Festa della Repubblica ai Fori

Baglioni canterà l’inno di Mameli alla Festa della Repubblica ai Fori

Condividi su:

 

ROMA – L’Inno di Mameli eseguito in occasione delle celebrazioni del 78esimo Anniversario della proclamazione della Repubblica, alla presenza del capo dello Stato, sarà interpretato da Claudio Baglioni, accompagnato dalla Banda Interforze della Difesa.

Nell’accogliere l’invito per il solenne evento, Baglioni ha dichiarato: “Eseguire l’Inno Nazionale, il prossimo 2 giugno, è un onore grandissimo e il dono di un dolce ricordo di me bambino e mio padre carabiniere che mi scuote all’alba per correre a vedere la parata militare. E negli occhi del cuore, anche se non ne capivo ancora il significato, la visione di un mondo perfetto, di un futuro radioso e più largo di quel cielo assolato; l’idea di un intero Paese di gente perbene”.

Baglioni canterà l’inno di Mameli alla Festa della Repubblica ai Fori

Poi il cantautore romano ha aggiunto: “Sarà anche un bel ritorno in via dei Fori Imperiali, questa volta al centro, dopo un concerto per la FAO nel 1996, il primo con il Colosseo come sfondo, e un altro, alla fine di un tour mondiale nel 2010, con alle spalle l’Altare della Patria. Spero tanto, come neo Cavaliere di Gran Croce – grazie al conferimento del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella – di mostrarmi degno e all’altezza di questo compito: essere l’interprete del Canto degli Italiani, il giorno della Festa della Repubblica”.

Le celebrazioni della Festa della Repubblica, il cui tema di quest’anno è “A Difesa della Repubblica, al servizio del Paese”, sono in programma il 2 giugno sui Fori Imperiali e saranno trasmesse in diretta televisiva su Rai 1 e su tutti i canali social della Difesa (www.difesa.it).

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24