La cannabis terapeutica

La cannabis terapeutica riduce dolore e bisogno di antidolorifici

La cannabis terapeutica riduce il dolore legato al cancro e il bisogno di antidolorifici a base di oppiacei. Lo rivela un nuovo studio completo sul suo uso da parte dei pazienti oncologici.

Una valutazione completa dei benefici della cannabis terapeutica per il dolore correlato al cancro,. ha rilevato che per la maggior parte dei pazienti oncologici, le misure del dolore sono migliorate significativamente. Così anche anche altri sintomi correlati al cancro sono diminuiti. Inoltre, il consumo di antidolorifici si è ridotto e gli effetti collaterali sono stati minimi. Questi risultati, pubblicati su Frontiers in Pain Research, suggeriscono che la cannabis terapeutica può essere attentamente considerata come un’alternativa ai farmaci antidolorifici che di solito vengono prescritti ai pazienti oncologici. Leggi di più a proposito di La cannabis terapeutica riduce dolore e bisogno di antidolorifici

Il vaiolo delle scimmie

Il vaiolo delle scimmie, cos’è?

Cos’è il vaiolo delle scimmie di cui si parla tanto in questi giorni? Un microbiologo,  Rodney E. Rohde, Professore di Scienze di Laboratorio Clinico di Regents, Texas State University, ci spiega cosa si sa di questa malattia.

Il 18 maggio 2022, i funzionari sanitari del Massachusetts e i Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) hanno confermato un singolo caso di vaiolo delle scimmie in un paziente che aveva recentemente viaggiato in Canada. Sono stati segnalati casi anche nel Regno Unito e in Europa. In Italia si è parlato molto del caso individuato all’Inmi Spallanzani di Roma. Leggi di più a proposito di Il vaiolo delle scimmie, cos’è?

Covid-19 in gravidanza, effetti su placenta

Nei primi mesi di diffusione del Sars-CoV-2, gli effetti del Covid-19 in gravidanza erano poco noti. Si pensava che la trasmissione verticale, ossia dalla donna al feto, non potesse avvenire, ma alcuni studi hanno provato che non è così. Una ricerca francese uscita sulla rivista Nature Communication, infatti, scoperto tracce di virus nella placenta della […]

Varianti Covid-19

Quanto durano i sintomi del long covid?

Il virus del Sars-CoV-2 è un microrganismo sul quale il mondo scientifico ha ancora tanto da imparare. Ultimamente, per esempio, si parla spesso dei sintomi del long Covid, un insieme di malesseri ancora presenti a distanza di mesi dall’infezione primaria. Compaiono stanchezza, malessere generalizzato, depressione, ma non sono sempre gli stessi per tutti. Sembra infatti […]

5 segnali che indicano che non si sta assumendo magnesio

5 segnali che indicano che non si sta assumendo magnesio

5 segnali di allarme che indicano che non si sta assumendo abbastanza magnesio

Il magnesio è un minerale essenziale che svolge un ruolo nel rilassamento muscolare, nella regolazione della pressione sanguigna e nella funzione nervosa. Il magnesio è anche coinvolto nella produzione di energia dal cibo. Ecco perché alcuni lo chiamano “minerale energetico”. Leggi di più a proposito di 5 segnali che indicano che non si sta assumendo magnesio

I cani da fiuto addestrati individuano con precisione i passeggeri degli aeroporti con il COVID-19

Cani da fiuto addestrati per individuare Covid-19

I cani da fiuto addestrati, sono in grado di individuare con precisione i passeggeri degli aeroporti infetti da SARS-CoV-2, il virus responsabile della COVID-19, secondo una ricerca pubblicata ieri (16 maggio 2022) sulla rivista ad accesso libero BMJ Global Health. Secondo i ricercatori, questa forma di rilevamento potrebbe essere molto importante. Questo non solo nelle prime fasi di una pandemia,. quando altre risorse potrebbero non essere ancora accessibili, ma anche per aiutare a contenere un’epidemia in corso. Leggi di più a proposito di Cani da fiuto addestrati per individuare Covid-19

legame

Legame tra gene del Parkinson e i problemi vocali

Uno strano legame tra il gene del Parkinson e i problemi vocali potrebbe portare a una diagnosi più precoce.

I neuroscienziati hanno scoperto che livelli più elevati della proteina alfa-sinucleina nel cervello possono portare a cambiamenti nella produzione vocale. La malattia di Parkinson è probabilmente più conosciuta per i suoi sintomi legati al movimento, in particolare tremori e rigidità, ma è anche nota per ostacolare il funzionamento della voce, che conferisce alle persone affette da Parkinson una consistenza morbida e tonica. La ricerca ha suggerito che questi sintomi spesso compaiono molto prima nello sviluppo della malattia, a volte decenni prima dei disturbi legati al movimento. Leggi di più a proposito di Legame tra gene del Parkinson e i problemi vocali

Dieta e esercizio

Dieta e esercizio riducono desiderio di cibi ricchi di grassi

L’esercizio intenso durante la dieta può ridurre il desiderio di cibi ricchi di grassi

In un nuovo studio che offre una speranza per chi è a dieta, alcuni topi che hanno seguito una dieta di 30 giorni e che si sono allenati intensamente hanno resistito ai segnali di richiesta di alimenti ad alto contenuto di grassi.

L’esperimento è stato progettato per valutare la resistenza al fenomeno noto come “incubazione del desiderio”; ovvero quando più a lungo viene negata una sostanza desiderata, più è difficile ignorare i segnali che la richiedono. I risultati suggeriscono che l’esercizio fisico ha modulato il grado di impegno dei topi nel cercare i segnali associati ai pasti, riflettendo il loro desiderio. Leggi di più a proposito di Dieta e esercizio riducono desiderio di cibi ricchi di grassi

Cellule staminali cornea: studio mostra danni da sonno

Cellule staminali cornea: studio mostra danni da sonno

Uno studio mostra che la privazione del sonno compromette le cellule staminali della cornea

La privazione del sonno, che significa dormire troppo poco e di buona qualità, è un serio problema di salute. Più di un terzo delle persone negli Stati Uniti riferisce di dormire meno del minimo raccomandato di sette ore per notte. La mancanza di sonno ha un impatto negativo sulla salute mentale e fisica. Problemi agli occhi come secchezza e prurito sono comunemente sperimentati dopo episodi di insonnia; mentre la perdita del sonno a lungo termine comporta un aumento del rischio di malattie agli occhi. Leggi di più a proposito di Cellule staminali cornea: studio mostra danni da sonno

spray nasale

Spray nasale per combattere il COVID-19

La ricerca sullo spray nasale per combattere il COVID-19 – compreso altre infezioni respiratorie – ha ottenuto finalmente un finanziamento.

Jonathan Dordick, PhD, del Rensselaer Polytechnic Institute, e altri collaboratori del Rensselaer e dell’Albany Medical College hanno ricevuto 500.000 dollari dal New York State Biodefense Commercialization Fund per impegnarsi nella ricerca per lo sviluppo di uno spray nasale a base di Pentosan Polysulfate (PPS) per bloccare la COVID-19. Leggi di più a proposito di Spray nasale per combattere il COVID-19