Juventus choc, Agnelli lascia e si dimette tutto il CdA

 

Terremoto nella Juventus, da poco è ufficiale che Agnelli ha lasciato e il CdA si è dimesso. Notizia choc che per certi versi però non ha trovato del tutto impreparati i più al dentro della società bianconera. Il consiglio di amministrazione della Juventus si è dimesso in blocco e a rassegnare le proprie dimissioni in serata, in un consiglio straordinario che si è tenuto alla Continassa, sono stati il presidente Andrea Agnelli, il suo vice Pavel Nedved, l’amministratore delegato Maurizio Arrivabene e i membri Laurence Debroux, Massimo Della Ragione, Katryn Fink, Daniela Marilungo, Francesco Roncaglio, Giorgio Tacchia e Suzanne Keywood. Il coinvolgimento dell’organo nell’indagine Prisma, aperta dalla Procura di Torino con l’accusa di falso in bilancio, e le ultime contestazioni della Consob, che hanno spinto a rivedere il progetto di bilancio da approvare e far slittare per due volte l’assemblea degli azionisti (fissata adesso il 27 dicembre) hanno portato alla decisione unanime di fare un passo indietro.

Finisce l’era Agnelli

Si chiude una delle epoche più vincenti del club, che dall’insediamento di Andrea Agnelli alla presidenza, nel maggio 2010, ha raggiunto tra gli altri il record di nove scudetti consecutivi. La Juventus ha conquistato 18 trofei: 9 scudetti, 4 Coppe Italia, 5 Supercoppe italiane. E raggiunto due volte la finale di Champions League, nel 2015 e nel 2017. Agnelli ha sempre voluto al suo fianco Pavel Nedved, già bandiera della Juve da calciatore e in questi anni vice presidente. Ora si dimettono tutti, e in attesa di nomi ufficiali, questa notizia può bastare per rimanere almeno un po’ a bocca aperta.

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: Andrea Milano