sasso contro cavalcavia

Sasso contro auto: donna di 62 anni muore per infarto

 

Una donna di 62 anni ha perso la vita per un infarto a causa di un episodio raccapricciane. L’auto, su cui viaggiava con a bordo altre quattro persone, è stata centrata da un sasso di calcestruzzo lanciato da sconosciuti da un terrapieno sulla strada provinciale 121 nel territorio di Cernusco sul Naviglio.

Donna di 62 anni muore per infarto

L’auto su cui viaggiava la donna di 62 anni morta per infarto, era una Opel Astra. I suoi occupanti facevano parte di un gruppo di preghiera che stava tornando da Pontirolo Nuovo (Bergamo). I fatti sono avvenuti ieri, intorno alle 23.30.

La pietra ha sfondato il parabrezza. Miracolosamente illesi tutti i passeggeri. Purtroppo, l’anziana signora, a causa dello choc, ha subito un arresto cardiaco. E’ morta sul posto pochi minuti dopo. Sul posto sono arrivato i carabinieri che hanno aperto un’indagine. La vittima si chiamava Nilde Caldarini. Il pm di Milano Silvia Bonardi ha aperto un fascicolo con l’ipotesi di “morte come conseguenza di altro reato”. E’ stata anche disposta l’autopsia sul cadavere della vittima.

Sasso contro auto: la dinamica

Il sasso lanciato contro l’auto pesava 1.2 chili. E’ stato scagliato da un terrapieno alto circa cinque metri sito nella corsia opposta sulla quale viaggiava l’auto.Stando ai residenti, il terrapieno è stato costruito recentemente, durante l’edificazione delle residenze. Si tratta di una dozzina di stabili condominiali che si trovano tutti alle spalle del rilievo. Il masso ha sfondato il parabrezza della Peugeot che stava tornando  da Pontirolo Nuovo (Bergamo).

La vittima, Nilde Caldarini, 62 anni, era seduto sul sedile del passeggero anteriore, ha avuto però un attacco cardiaco per lo schock. Una volta effettuati tutti i rilivi, si potrebbe prospettare anche l’ipotesi di omicidio colposo o, peggio, volontario. Di ceto non è la prima volta che accadono episodi di questo genere. Fin qui infatti, sono stati registrati 63 episodi da inizo anno.

FONTE: www.ansa.it

 

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24