Bruce Meyers morto a 94 anni: era il pioniere della Dune Buggy

Bruce Meyers morto a 94 anni: era il pioniere della Dune Buggy

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Bruce Meyers è morto all’età di 94 anni venerdì. Aveva inventato la dune buggy Meyers Manx nei primi anni Sessanta. È stato trovato nella sua casa di Valley Center, in California. Ampiamente conosciuto per la sua creazione che fornisce ancora innumerevoli appassionati in tutto il mondo “smiles for miles”, Meyers era anche un surfista, marinaio, suonava la chitarra/ukulele, artista, ingegnere e padre fondatore dei buggy. Nato il 12 marzo 1926, è stato inserito nella Off-Road Motorsports Hall of Fame (ORMHOF) nel 1978.

Ha lavorato nel 1964 nel suo vecchio garage a Newport Beach, in California. Meyers originariamente, mentre faceva ciò, creò una carrozzeria fluida in fibra di vetro per adattarsi a un vecchio pianale Volkswagen. Usando gran parte della trasmissione, delle sospensioni e di altre parti VW di serie, quella prima macchina alla fine fu chiamata Meyers Manx. A metà del 1967 Meyers e il suo amico Ted Mangels guidarono l’auto. A quest’ultima fu dato il soprannome Old Red. Percorserò il tratto  da La Paz a Tijuana, cinque ore nette più velocemente delle precedenti corse trans-Baja fatte su motociclette. L’impresa ha attirato l’attenzione in tutto il mondo, ma non solo. Ha anche portato alla formazione della National Off-Road Racing Association (NORRA), un’entità che ha creato e promosso il primo NORRA Mexican 1000 più tardi quell’anno.

Bruce Meyers morto a 94 anni: un po’ di storia

Considerata la prima vera gara professionale nel deserto, la NORRA Mexican 1000 inaugurale è stata vinta da Mangels e Vic Wilson in una Meyers Manx supportata dalla fabbrica. La Meyers Manx ha scatenato un’enorme moda automobilistica e di stile di vita tra la fine degli anni ’60 e l’inizio degli anni ’70. La società che alla fine ha prodotto oltre 7.000 auto, ha anche ceduto a un’enorme industria che ha fatto cadere l’idea di Bruce di costruire 350.000 copie da circa 300 aziende in tutto il mondo.

Quando Bruce ha convertito la prima VW in una Manx, il mondo si è innamorato della praticità economica della piattaforma“, ha osservato una volta l’attuale CEO di Mint 400 Matt Martelli. Rappresentava uno stile di vita apprezzato dal leggendario pioniere del fuoristrada fino a tempi molto recenti. Nonostante le difficoltà mediche e la pandemia lo tenevano in gran parte a casa, lui portava avanti la sua passione. Bruce e sua moglie Winnie continuavano a supervisionare l’attività di Meyer Manx che vendeva vari kit, sia vecchi che con nuove funzionalità. La società è stata venduta a Troutsdale Ventures nel novembre del 2020.

Via

Foto immagine copertina: Racer

Autore dell'articolo: Francesco Menna

Mi chiamo Francesco, classe 96. Laureato in Ingegneria Meccanica e studente alla magistrale di Ingegneria Meccanica per l'Energia e l'Ambiente alla Federico II di Napoli. Passione sfrenata per tutto ciò che ha un motore e va veloce. Per info e collaborazioni inviare una mail a framenna96@gmail.com