Camila Giorgi passa il turno a Tenerife ma è furiosa: penalty point e penalty game contro di lei

 

Camila Giorgi ha vinto nel primo turno del torneo Wta di Tenerife sconfiggendo la moldava naturalizzata spagnola Aliona Bolsova Zadoinov per 7-6, 3-6, 6-4 al termine di un match equilibrato e combattuto, ma a far parlare molto è stato l’atteggiamento della tennista marchigiana, molto nervosa fin dall’inizio quando ha cominciato a discutere con il padre per alcune scelte di gioco, tanto da indurre il giudice di sedia a comminargli il primo warning.

Il bis c’è stato dopo quando la Giorgi nonostante era avanti 3-0 e servizio, si è infuriata per delle chiamate dubbie dell’arbitro, soprattutto su una, che secondo lei era lunga, ma considerata invece buona ed ecco arrivare il penalty point, seguiti da due doppi falli con conseguente break dell’iberica. Nel game seguente, c’è stato addirittura il penalty game, per un’altra chiamata non condivisa con successivo lancio di racchetta per sbollire la rabbia. Insomma una Giorgi molto nervosa come mai si era vista, che ha rischiato di far rientrare in partita l’avversaria; ora domani nel secondo turno (ottavi di finale) se la vedrà con la montenegrina Danka Kovinic.

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: Andrea Riva