Milano celebra Laura Pausini

Milano celebra Laura Pausini “Orgoglio Italiano”

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

MILANO celebra Laura Pausini. Che quello di Laura Pausini con Milano fosse un rapporto speciale, era piuttosto chiaro. Il recente firmacopie della cantante in piazza Duomo è stato un trionfo, con un bagno di folla mai visto.

Ma durante questo mese di dicembre il capoluogo meneghino ha fatto anche di più, celebrandola con alcuni manifesti ad hoc che sono apparsi in piazza San Babila (foto di Fabrizio Palladoro). Il testo? Eccolo:

Laura Pausini: 4 Latin Grammy, 1 Grammy Award. Grazie, Laura, orgoglio italiano nel mondo”.

[adrotate banner=”24″]

Milano celebra Laura Pausini: “Orgoglio italiano nel mondo”

I cartelloni ricordano da vicino quanto accaduto qualche tempo fa a New York, per la precisione in Times Square; anche in quell’occasione la vocalist romagnola venne omaggiata con un 6×3 digitale che (tradotto dall’inglese) recitava più o meno così:

“Congratulazioni, Laura Pausini! L’unica artista italiana ad aver vinto un Grammy e quattro Latin Grammy”.

A questo punto va sottolineato “un fatto ovvio”: quando si sostiene che la Laura nazionale sia tra i principali rappresentanti dell’universo canoro del nostro Paese nel mondo, non si esagera di certo. In termini di popolarità, infatti, lei non è seconda a nessuno.

Il 2018, come accade d’altronde sin dal 1993, è stato un anno di grandi soddisfazioni per Laura Pausini. E ipotizziamo che il 2019 ormai alle porte non sarà da meno, visto che l’artista sarà in concerto durante l’estate insieme a Biagio Antonacci per un tour in duo che sta già andando molto forte in prevendita, spinto dall’onda del successo del singolo che Laura e Biagio hanno inciso insieme: “Il coraggio di andare”.

Insomma, parafrasando il suo ultimo album è proprio il caso di dire che Laura si “farà sentire ancora” e non mancherà di inanellare nuovi primati musicali anche nei prossimi mesi.

Autore dell'articolo: Massimo Giuliano