Nirvana, i legali della band contro Spencer Elden: “Questa causa deve finire”

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Nirvana contro Spencer Elden. La causa tra il ragazzo e la band di Seattle non conosce fine. La scorsa estate Elden, che da neonato ha posato nudo per la copertina di Nevermind, ha deciso di denunciare gli eredi del gruppo, il fotografo e le etichette discografiche per via della foto di copertina chiedendo un maxi risarcimento. Ora gli avvocati della band hanno chiesto al tribunale di archiviare una volta per tutte questo caso.

La causa intentata da Spencer Elden

Ha fatto scalpore la notizia, diffusa la scorsa estate, della denuncia da parte di Spencer Elden contro i Nirvana. Il trentenne da neonato ha posato per la copertina dell’album Nevermind, che portò la band al successo internazionale. In tanti hanno sollevato polemiche per il fatto che Elden abbia mostrato nel tempo grande entusiasmo per la band e per il gruppo, con tanto di tatuaggio e foto commemorative per celebrare l’album.

Perché aspettare tutto questo tempo? Questa domanda se la sono posta in tanti ed è più che legittima, considerate le tempistiche della denuncia. La querela infatti coincide con il trentesimo anniversario del disco.

Nirvana: il giudice ha respinto la causa di Spencer Elden per la copertina di Nevermind

La foto di copertina di Nevermind

La copertina di Nevermind è sotto accusa. Secondo i difensori del ragazzo infatti l’immagine del bimbo nudo è diventata celebre in tutto il mondo. Ciò sarebbe avvenuto senza il consenso del diretto interessato e nel tempo avrebbe provocato forti danni emotivi nei confronti di Elden, al punto da causare una serie di disturbi e problematiche. Oltretutto lo scatto fotografico viene considerato dagli avvocati come una sorta di abuso su minore.

Per questo hanno chiesto un maxi risarcimento di 150mila dollari per ciascuna della parti accusate, da Courtney Love agli ex membri del gruppo, incluse varie etichette discografiche. Gli avvocati hanno richiesto anche di censurare le parti intime nella nuova ristampa di Nevermind, ma l’album è stato distribuito con la copertina che tutti conoscono da anni.

La dichiarazione dei legali dei Nirvana

Di recente gli avvocati dei Nirvana hanno preso una durissima posizione contro Spencer Elden. Hanno infatti presentato un nuovo ricorso al tribunale per far respingere l’accusa portata avanti finora e di archiviare la causa. La richiesta è chiarissima: “Questa causa deve finire“. Già nelle scorse settimane avevano sottolineato la condotta scorretta di Elden, il quale avrebbe tratto profitti in termini di popolarità dalla copertina del disco.

I difensori della band sono stufi delle mosse dei legali dell’accusa, anche perché gli avvocati del ragazzo non avevano rispettato i tempi massimi previsti dalla legge. Nonostante questo però il tribunale ha concesso agli avvocati di presentare una nuova causa, che non è tardata ad arrivare. Vengono richiesti i danni per via delle “violazioni degli accusati durante i dieci anni precedenti per pedopornografia e sfruttamento commerciale di minori”.

Autore dell'articolo: Alessio Bardelli