Poste: Del Fante, “Ottimo trimestre con il record storico di consegne dei nostri portalettere”

Poste: Del Fante, “Ottimo trimestre con il record storico di consegne dei nostri portalettere”

Condividi su:

 

ROMA – Poste Italiane chiude il primo trimestre del 2024 con risultati in crescita in tutte le divisioni di business, tra le quali spiccano i numeri da record nelle consegne dei pacchi. In un’intervista al TGPoste sugli esiti della prima trimestrale dopo la presentazione del nuovo Piano Strategico “The Connecting Platform”, l’AD di Poste Italiane Matteo Del Fante, ha sottolineato che “la logistica ha mostrato una forte resilienza”.

Poste: Del Fante, “Ottimo trimestre con il record storico di consegne dei nostri portalettere”

“I risultati – ha detto – sono stati ottimi anche rispetto a quanto avevamo preventivato. Abbiamo registrato il record storico di pacchi consegnati dai nostri portalettere. Qualche anno fa i portalettere non consegnavano pacchi, adesso oltre il 30% dei pacchi sono stati consegnati da loro, permettendoci di proiettare l’azienda verso il futuro”. Nei primi tre mesi di quest’anno, Poste Italiane ha consegnato 71 milioni di pacchi, in aumento del 21,5% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, con una crescita dei volumi consegnati dai portalettere superiore al 50%.

Nell’intervista, che sarà in onda in versione integrale nell’edizione del TgPoste di oggi, Del Fante ha commentato anche il grande lavoro svolto negli uffici postali: “In un contesto di mercato finanziario incerto, con tassi che dovevano essere già scesi o che ci si aspetta che scendano a cavallo dell’estate e con l’inflazione che non si sta abbassando quanto previsto – ha detto – abbiamo avuto una grande performance sul collocamento dei nostri prodotti”.

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24