Professioni, professional organizer: “Un aiuto per avere tutto sotto controllo dalla casa al lavoro”

Condividi su:

 

(Adnkronos) – Come organizzarsi meglio, per lavorare con meno fatica e per vivere più sereni e soddisfatti. E' possibile grazie ai professionisti dell'organizzazione impegnati in prima linea grazie a Sabrina Toscani co-fondatrice dell'Associazione professional organizers Italia e fondatrice di Organizzare Italia, che da anni aiuta le persone insegnando abilità organizzative.  "La professione del professional organizer – dice all'Adnkronos/Labitalia – si è evoluta nel corso degli anni e oggi più che mai viene riconosciuta e richiesta. La complessità della vita e i numerosi stimoli, impegni e compiti che ciascuno deve affrontare ha reso più oneroso il carico di lavoro per tutti; occuparsi del lavoro e della famiglia, e cercare di tagliarsi del tempo libero è diventata una vera sfida per la maggior parte delle persone che si rende conto della difficoltà di affrontare tutto ed è sempre più consapevole della necessità di una sana e flessibile organizzazione".  "L'esigenza di affidarsi a un professionista – spiega – per riuscire ad impostare una gestione sostenibile e soddisfacente della propria quotidianità ha portato a un aumento della richiesta di consulenze da parte dei professional organizer in tutti gli ambiti. Dalla gestione della famiglia e della casa, all’organizzazione del lavoro e delle informazioni, dall'educazione all’organizzazione di bambini e ragazzi alla gestione del tempo, i professionisti dell'organizzazione aiutano la persona a trovare il proprio equilibrio e il miglior modo per affrontare tutto ciò che deve e vuole". Ma come si diventa professional organizer? "L’unico ente – sottolinea Sabrina Toscani – che eroga corsi a livello italiano per diventare professional organizer è Organizzare Italia, che in più di 10 anni di attività ha formato più di 800 persone. Il corso qualificato per avviare la professione dura circa 80 ore e aiuta a maturare le competenze per la certificazione. Ci sono poi i corsi di specializzazioni che permettono al professionista di acquisire le abilità e conoscenze per lavorare in precisi temi e erogare le consulenze in determinati ambiti. Esiste poi anche la community FunOrganize che supporta l’avvio della professione, sviluppa opportunità e aiuta a trovare lavoro". "Per organizzarsi meglio – suggerisce – ci vuole costanza e pazienza, ma soprattutto è necessario capire che l’organizzazione è uno strumento per affrontare in modo più sostenibile gli impegni, e che volenti o nolenti tutti ci dobbiamo organizzare, tanto vale farlo bene".  Per Sabrina Toscani sono tre i consigli base da cui partire per non aver problemi di organizzazione personale e professionale. 1) Prendersi ogni giorno il tempo per elaborare ciò di cui vogliamo o dobbiamo occuparci e decidere le azioni importanti da intraprendere. 2) Decidere ogni giorno un realistico numero di azioni importanti da compiere. 3) Prevenire inutili distrazioni e non intraprendere troppe piccole attività di poco valore a scapito di quelle importanti, a alto valore. —lavoro/professionistiwebinfo@adnkronos.com (Web Info)

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: News Webmagazine24