Sanremo 2024, top five serata cover: in testa c’è Geolier

Sanremo 2024, top five serata cover: in testa c’è Geolier, il pubblico lo fischia

Condividi su:

 

SANREMO – Il medley “Strade” di Geolier con Guè, Luchè e Gigi D’Alessio si aggiudica la serata delle cover al Festival di Sanremo 2024. Questo il risultato derivante dal responso misto di televoto, emittenti radiofoniche e sala stampa. Da sottolineare che adesso queste posizioni vanno a sommarsi alle classifiche precedenti. Qui di seguito la top five completa:

1. Geolier con Guè, Luchè e Gigi D’Alessio – Medley “Strade”

2. Angelina Mango con il quartetto d’archi dell’orchestra di Roma – La rondine

3. Annalisa con La Rappresentante di Lista – Sweet Dreams

4. Ghali con Ratchopper – Medley “Italiano vero”

5. Alfa con Roberto Vecchioni – Sogna ragazzo sogna

Sanremo 2024, top five serata cover: in testa c’è Geolier, il pubblico lo fischia

“Noi gente del sud non fischiamo mai né un artista né uno sportivo del nord, né di un altro paese. Forza Geolier, sei tutti noi!”. Lo scrive sui social Stefano Graziano, capogruppo del Pd nella commissione di Vigilanza Rai, dopo che Geolier è stato fischiato ieri sul palco dell’Ariston per aver vinto la serata del venerdì dedicata alle cover.

“Se dovessero essere i fischi di un paese ancora diviso in due, come in tanti sostengono, sarebbero un’umiliazione nazionale”, afferma Maurizio De Giovanni in un post pubblicato su Facebook. Lo scrittore torna dunque a parlare del rapper Geolier (che aveva criticato nei giorni scorsi per la scrittura del suo testo in un napoletano poco ortodosso) all’indomani della vittoria nella serata delle cover al festival di Sanremo, contestata dal pubblico dell’Ariston.

“Io però credo che siano più semplicemente e tristemente i fischi dei vecchi di fronte alla vittoria dei giovani, per un gusto che sta cambiando e per la felice invasione di un territorio che si riteneva, follemente, di esclusiva proprietà. In ogni caso, le vittorie si rispettano. E noi, qui, siamo molto felici per uno dei nostri ragazzi, che vince a modo suo”, sottolinea De Giovanni, specificando poi le sue personali preferenze: “Io, da padre, mi sono sentito morire di tenerezza per Angelina Mango e per Roberto Vecchioni e Alfa; ma quello è un problema mio”.

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24