Spopola lo spot di McDonald’s con Ghali

 

MILANO – Spopola in questi giorni, in tutte le emittenti televisive, lo spot di McDonald’s con Ghali. L’azienda ha lanciato il nuovo modo di preparare i panini che li renderà ancora più unici e irresistibili, e con l’occasione ha avviato una nuova speciale collaborazione con Ghali, da sempre grande lover del brand, uno dei volti italiani testimone unico dei valori dello stare insieme, dell’inclusione e della multiculturalità.

Quella con Ghali si inserisce nella scia delle collaborazioni internazionali portate avanti da McDonald in altri Paesi con artisti come Travis Scott, BTS e J Balvin. “Da sempre McDonald’s è un posto in cui mi sento a casa. Ci andavo da bambino quando mamma arrivava a portarmi e ancora oggi mi capita di andarci con gli amici. L’idea di poter collaborare oggi con quello che è stato un simbolo di divertimento e spensieratezza durante la mia crescita mi rende molto orgoglioso; è un cerchio che si chiude”, commenta Ghali.

Da oggi, inoltre, il Big Mac è ancora più succoso, caldo e buono grazie a un nuovo pane, più caldo, un nuovo modo di cuocere la carne, che la renderà più succosa, e una riduzione del 30% dei tempi di attesa dell ‘ordine, che porterà sul vassoio del cliente un prodotto ancora più buono. Queste innovazioni rappresentano una vera e propria rivoluzione, per consentire la quale l’azienda ha investito oltre 70mila ore di formazione dei dipendenti.

“Oggi annunciamo una novità che rappresenta un vero e proprio punto di svolta nell’offerta di McDonald’s, frutto di studi, ricerche e test durati mesi”, afferma Dario Baroni, Amministratore Delegato di McDonald’s Italia. “Per raccontarlo non potevamo fare a meno di coinvolgere qualcuno che, come Ghali, da sempre ama i nostri prodotti. Sono certo che, come lui, anche tutti i nostri consumatori noteranno la differenza e ameranno il nuovo Big Mac”. La campagna con protagonista Ghali è partita con una prima fase teaser sul web e sui social, supportata da una campagna TV on air su tutti i canali, con formati da 30” e 15”, radio sui principali emittenti con formati da 20” e una progettazione digitale con video da 15”.

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: Massimo Giuliano