Volo commerciale più lungo del mondo? 17 ore di volo. I dettagli

Volo commerciale più lungo del mondo? 17 ore di volo. I dettagli

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Il viaggio a lungo raggio è un collegamento diretto tra l’aeroporto internazionale John F. Kennedy di New York e l’aeroporto Changi di Singapore. Utilizza un aeromobile Airbus A350-900 per trasportare passeggeri e merci tra queste due località molto distanti. I ragazzi di Popular Science hanno parlato con il capitano che ha pilotato l’aereo durante la tappa inaugurale del volo. Si tratta del volo commerciale più lungo del mondo. È stato un viaggio in partenza da Singapore a New York City lunedì 9 novembre. Ecco come vengono analizzate le metriche molto impressionanti del volo.

L’aereo che ha viaggiato dall’Asia al Nord America è rimasto in volo per quasi 17 ore, secondo il capitano Gopala Subramaniam, vice capo pilota della compagnia aerea per la sua flotta A350. Ma il tempo di volo effettivo è diverso da una metrica nota come “block time“. Rappresenta un periodo più lungo, da gate a gate, che include momenti come il rullaggio da e verso la pista. In questo caso, il block time per i voli da Singapore a New York (numero di volo SQ24) è ufficialmente di 18 ore e 5 minuti.

Il block time è ancora più lungo per il volo che va nella direzione opposta. Dunque da New York a Singapore ha necessitato di più tempo. Questo perché i venti prevalenti soffiano in senso contrario alla direzione dell’aereo. Il block time in questo caso è di 18 ore e 40 minuti. Ciò rende quel volo specifico il più lungo del mondo fino ad oggi. Recentemente, un volo che ha lasciato New York per Singapore l’11 novembre ed è atterrato il 13 novembre, ha avuto un tempo di volo di 17 ore e 31 minuti.

Il volo commerciale più lungo al mondo

Questa rotta da New York a Singapore potrebbe essere la più lunga al mondo al momento. Tuttavia in abbiamo assistito ad una tratta leggermente più lunga, misurata in base al block time. Parliamo della rotta della compagnia aerea da Newark, nel New Jersey, a Singapore. Ha segnato un tempo di 18 ore e 45 minuti.È stato sospeso a causa del Covid-19, ma abbiamo tutte le intenzioni di rilanciare quel volo quando le condizioni di mercato lo consentiranno”, osserva James Boyd, vicepresidente per le pubbliche relazioni della compagnia aerea.

Tuttavia, questi voli tra l’area di New York e Singapore non sono i più lunghi che si siano mai verificati. Ad esempio, l’anno scorso, Qantas ha notoriamente testato tre viaggi in tutto il mondo che ha definito voli di “ricerca” per il “Progetto Sunrise”. Ciascuna delle tre gite a Sydney (una da New York in ottobre, una da Londra a novembre e una terza da New York a dicembre) è durata più di 19 ore. Ma la pandemia di coronavirus ha comprensibilmente confuso, o almeno ritardato, i piani solari di Qantas.

I piloti misurano il carburante in base al peso, non al volume, poiché il volume può cambiare in risposta alla temperatura. Singapore Airlines misura la loro capacità di carburante utilizzando il sistema metrico. L’aereo sotto il comando di Subramaniam aveva 108,2 tonnellate di carburante a bordo. Ovviamente l’aereo brucia il carburante mentre viaggia. Un aereo a lungo raggio come questo è molto più pesante quando decolla rispetto a quando atterra. Per questo motivo un pilota può decidere di scaricare carburante se ha bisogno di tornare all’aeroporto da cui è decollato subito in caso di emergenza.

4 piloti per il volo più lungo del mondo

Chiaramente, non c’era un unico pilota che ha portato l’aereo tutte e 17 le ore. Il volo trasportava due equipaggi di volo: due capitani e due primi ufficiali. La seconda squadra era il gruppo di piloti di “soccorso”. Subramaniam ha pilotato l’aereo per le prime 3 ore e mezza circa. A quel punto ha riposato una volta che il capitano dei soccorsi è subentrato per altre 3 ore e mezza. Dice che ha fatto un pisolino una volta quando era il momento della pausa.

Quando è seduto al posto del capitano, Subramaniam nota che solleva i polpacci per mitigare i rischi di trombosi venosa profonda. “Solo per far funzionare la circolazione sanguigna“, dice. Un sollevamento del polpaccio comporta il sollevamento dei talloni da terra e non è una brutta cosa da fare per un passeggero su un lungo volo. Un fenomeno ha attirato la sua attenzione quando erano a nord. “Dopo aver superato Anchorage, abbiamo visto qualcosa da lontano che sembrava l’aurora boreale, ma non siamo stati in grado di confermarlo“, ricorda. “Sembrava un po’ verdastro nell’atmosfera. Ha semplicemente affascinato me e il resto della troupe“, aggiunge. Al momento, dunque questo è il volo commerciale più lungo.

Via

Fonte immagine copertina: Pixabay

Autore dell'articolo: Francesco Menna

Mi chiamo Francesco, classe 96. Laureato in Ingegneria Meccanica e studente alla magistrale di Ingegneria Meccanica per l'Energia e l'Ambiente alla Federico II di Napoli. Passione sfrenata per tutto ciò che ha un motore e va veloce. Per info e collaborazioni inviare una mail a framenna96@gmail.com