Dolores O'Riordan, voce dei Cranberries, è morta a 46 anni

Addio a Dolores O’Riordan, l’inimitabile voce dei Cranberries

Dolores O’Riordan, è morta all’improvviso a Londra. La cantante dei Cranberries si trovava in città per una breve sessione di registrazione. Ignote le cause della morte. La cantante irlandese aveva 46 anni. Con lei scompare uno dei simboli della musica degli anni novanta.

Dolores O’Riordan: una voce inimitabile

Dolores O’Riordan ha accompagnato con la sua voce milioni di persone. Il suo timbro vocale inimitabile, conferiva alle canzoni da lei interpretata un mix di dolcezza e ruvidità. Dolores era entrata a far parte dei Cranberries nel 1990 in sostituzione del cantante Niall Quinn. Quest’ultima decise di lasciare il gruppo che aveva contribuito a fondare nel 1989 assieme a Noel e Mike Hogan e Fergal Patrick Lawler. Nel 1995 esce “Zombie”, brano universalmente conosciuto che è un po’ il manifersto del gruppo. Da quel momento in poi, il successo della band è stato un crescendo di successi come “Animal Instict”, “Dreams” e “Just my imagination”. La particolarità dei Cranberries sta nel mischiare il rock alla musica tradizionale irlandese i una commistione che dà aller loro canzoni un qualcosa di unico.  Dolores O’Riordan aveva abbandonato il gruppo nel 2003, salvo poi toranre sui suoi passi nel 2009. Con lei scompare una delle figure di spicco della musica britannica, già falcidiata da numerosi addi precoci.

Le cause del decesso

 Nel maggio dello scorso anno, i Cranberries avevano annullato il loro tour europeo dopo poche date per i problemi di salute di Dolores O’Riordan. Sul sito della band questi  erano stati descritti come problemi alla schiena. Ora si sospetta si trattasse di altro. La famiglia ha chiesto il massimo riserbo sulla vicenda ed è giusto che sia così. Dolores lascia tre figli  avuti dal tour manager dei Duran Duran, Don Burton. I due sono stati sposati per vent’anni, dal 1994 al 2014, prima della separazione.

VAI

 
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di WebMagazine24
   

Autore dell'articolo: Davide Luciani