C’è Posta per Te: la storia incredibile di Marianna che ha stupito tutti!

 

Storia incredibile come spesso capita a C’è Posta per Te. Nell’ultima puntata andata in onda sabato la storia più incredibile è stata quella di Marianna. Ecco come è andata.

La storia di Marianna a C’è Posta per Te

Lei si chiama Marianna e lui si chiama Francesco. Francesco prova a baciarla, lei scappa. La seconda volta Francesco la sbatte contro il muro e riprova a baciarla. Lei riscappa. Adesso lei lo bacerebbe, anche perché ha capito che non rimane incinta, sono passati 68 anni”. Così Maria De Filippi, ha sintetizzato nell’ultima puntata la storia che vede protagonisti Marianna Angerame di 85 anni e Francesco Carbone di 87. I due anziani, entrambi di Cerignola, hanno potuto riabbracciarsi 68 anni dopo negli studi di C’è Posta per te. Era il 1953, Marianna aveva 13 anni e viveva in campagna con i genitori i suoi fratelli e sorelle. Quando usciva da scuola vedeva sempre un ragazzo che la guardava e a lei, questo, faceva molto piacere. Si trasferisce a Milano e un giorno, all’uscita dal lavoro, ad aspettarla c’è Francesco, che prima di partire per il servizio militare prova a baciarla. Tuttavia Marianna, per paura di restare incinta, rifiuta e dice: “Mi ha stretto, mi ha messo contro il muro, ho avuto paura. Mia madre diceva che si restava incinta con un bacio”. Alla partenza Francesco le lascia una spilla, che Marianna ha portato con sé in studio. Nel frattempo la donna si sposa, si separa e due anni fa rimane vedova. Da allora ha deciso di andare alla ricerca di Francesco Carbone. Negli studi di ‘C’è Posta Per Te’ arrivano tre persone con lo stesso nome e cognome. Il terzo, sposato e con quattro figli, osserva Marianna seduta dall’altra parte della busta e ammette: “Mi sembra di conoscerla”. Dopo qualche minuto e alcune informazioni in più, riconosce Marianna. “Pensavo non ci fossi più, è un piacere”. La signora, rammaricata per il fatto che il suo ex spasimante non sia vedovo, conclude così: “Però il bacio non te lo do, li hai i denti?”.

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: Andrea Milano