I soprannomi del calcio

Dino Baggio choc: “Investigare sulle sostanze che abbiamo preso”

 

Parole più esplicite non avrebbe potuto usare Dino Baggio, 51 anni, a proposito della morte di Vialli, nel corso di un’intervista ai microfoni di Tv7. Sull’amico e compagno di squadra, scomparso 59enne il 6 gennaio a Londra a causa di un cancro al pancreas, l’ex centrocampista azzurro ha detto: “Ho un ricordo meraviglioso di Gianluca, era un uomo spogliatoio e aveva voglia di far crescere i giovani. Ero in squadra con lui quando avevo 21 anni e spendeva sempre una parola buona nei nostri riguardi”.

Le altre parole di Dino Baggio

Dino Baggio è poi tornato a parlare del doping: “Bisognerebbe risalire a quello che abbiamo preso, investigare sulle sostanze prese in quei periodi. Non so se sia dovuto a questo ma il doping c’è sempre stato, bisogna vedere se certi integratori fanno bene oppure no. Sta succedendo a troppi calciatori. Negli anni miei c’era il doping. Non prendevi robe strane, prendevi robe normali ma poi bisogna vedere se col tempo riesci a buttarle fuori o restano dentro. Poi tanti hanno parlato dell’erba dei campi e dei prodotti che utilizzavano, che davano dei problemi…”.

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: Andrea Milano