Donald Trump bannato per sempre da Twitter: arriva la conferma ufficiale

Donald Trump bannato per sempre da Twitter: arriva la conferma ufficiale

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Mentre si svolge il secondo processo di impeachment della sua presidenza, arriva un’altra brutta notizia per l’ex Presidente degli Stati Uniti d’America. In una nuova intervista su Squawk Box della CNBC, il direttore finanziario di Twitter Ned Segal ha dato la parola decisiva su come la società gestirà l’account Twitter di Trump a lungo termine. Anche se Donald Trump dovesse tornare a ricoprire il ruolo di Presidente americano, il ban non verrebbe tolto. Rispondendo a una domanda su cosa sarebbe successo se Trump si fosse ripresentato e fosse stato eletto alla carica, Segal non ha usato mezzi termini. “Il modo in cui funzionano le nostre politiche, quando vieni rimosso dalla piattaforma, vieni rimosso dalla piattaforma, che tu sia un commentatore, un CFO o un ex o un funzionario pubblico attuale“, ha detto Segal. Dunque Donald Trump è bannato a vita da Twitter.

Donald Trump bannato per sempre da Twitter: i commenti si dividono a metà

Ricorda, le nostre norme sono progettate per garantire che le persone non incitino alla violenza. Se qualcuno lo fa, dobbiamo rimuoverle dal servizio e le nostre norme non consentono alle persone di tornare“. Twitter ha bannato Trump dalla sua piattaforma un mese fa citando preoccupazioni sul “rischio di ulteriore incitamento alla violenza”. Il ruolo di Trump nell’istigare l’attacco mortale al Campidoglio degli Stati Uniti ha infine sigillato il suo destino sulla sua piattaforma preferita, dove aveva trascorso quattro anni a radunare i suoi seguaci, amplificando le cospirazioni e criticando i suoi critici.

Chiaramente i commenti sui social dividono in due l’opinione su quanto accaduto. In particolare, c’è chi appoggia Trump che parla a tutti gli effetti di una “censura” alla libertà di parola. Affermano ciò indipendentemente da quanto possa risultare dannosa agli altri un’affermazione fatta sui social. Al contrario, altri affermano come un soggetto che incita violenza, vada fermato prima di subito. Cosa succederà? Twitter continuerà a mantenere la parola data?

Via

 

Autore dell'articolo: Francesco Menna

Mi chiamo Francesco, classe 96. Laureato in Ingegneria Meccanica e studente alla magistrale di Ingegneria Meccanica per l'Energia e l'Ambiente alla Federico II di Napoli. Passione sfrenata per tutto ciò che ha un motore e va veloce. Per info e collaborazioni inviare una mail a framenna96@gmail.com