gatti nello spazio

Gatti nello spazio: le ceneri di un gatto faranno un viaggio nella galassia

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Le ceneri di un gattino verranno inviate nello spazio grazie ad un’agenzia americana. Il fenomeno dei gatti nello spazio sta prendendo piede.

Gatti nello spazio per l’ultimo addio

Gli Americani sono sempre un po’ oltre…Talvolta superano anche i confini del Pianeta per avventurarsi nello spazio. Innovazione? Ingegno? Business? Forse tutti e tre questi elementi. Fatto sta che il popolo a “stelle e strisce” non smette mai di sconvolgerci.

Ha commosso e stupito, infatti, la storia di Pikachu, il gattino le cui ceneri verranno inviate nello spazio. Dopo aver fatto un giro per la galassia, il felino tornerà sulla terrà come una “stella cadente”, sotto forma di polvere.

Questo servizio di “gatti nello spazio” è offerto dall’azienda americana Celestis, Il servizio è disponibile anche per le ceneri di altri animali e per quelle degli esseri umani.

Tuttavia Pikachu non sarà il primo gatto a raggiungere lo spazio: già la gattina Felicette, nel lontano 1963, venne lanciata su un razzo e, dopo un breve volo, tornò sana e salva. La novità, questa volta, sta nel fatto che non sarà un gatto vivo a volare intorno all’orbita terrestre ma le sue ceneri.

In passato solo le ceneri di due cani erano state lanciate nello spazio dall’azienda Celestis. Per le ceneri di un felino questo è un primato.

Gatti nello spazio e beneficenza

Per far viaggiare nello spazio le ceneri dei propri defunti animali è necessario disporre di almeno 5000 dollari. Il proprietario di Pikachu, per raggiungere tale cifra, ha lanciato una raccolta fondi sul web.

Ma i gatti nello spazio, fenomeno che suscita grande curiosità, possono avere uno scopo benefico. Infatti la raccolta fondi per le ceneri di Pikachu è legata ad un’altra raccolta fondi, per curare un’altra gattina, Zee. Quest’ultima necessita di un trapianto di rene e di cure piuttosto onerose. Il proprietario Steve Munt ha lanciato la raccolta su twitter.

Forse l’iniziativa dell’azienda Celestis è nata per fini di business ma se può questo può aiutare a sensibilizzare sul benessere degli animali, allora ben venga!

Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24