Giordano sbotta contro De Laurentiis: “Con il rispetto dovuto non siamo a Cremona”. E su Spalletti: “Sta sulle palle a…”

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Il giornalista napoletano che segue da vicino la squadra partenopea Marco Giordano, oggi pomeriggio è intervenuto a “Radio Radio lo Sport” dove ha criticato duramente il presidente Aurelio De Laurentiis. Di seguito le sue parole a riguardo:

De Laurentiis è un film già visto, già vissuto e già percorso, a Napoli che ora si guardi a Spalletti, a Insigne o a chiunque altro e non si guardi al responsabile di certe dinamiche, che a dei meriti immensi per aver tenuto il Napoli per tredici anni consecutivi in Europa, ma che non ha mai voluto fare l’ultimo salto per sua stessa ammissione. Un presidente che dice ai tifosi vi siete ingolositi per volere lo scudetto, ma quale è lo scopo di una squadra che tu hai da diciotto anni, se non  quella di vincere lo scudetto. Ingolositi! In una piazza come Napoli? Con il rispetto dovuto ma non è che siamo a Cremona allo Zini, siamo a Napoli e tu dici vi siete ingolositi, e allora il tifoso giustamente dice: sai che c’è di nuovo, vattene a quel paese“.

Poi su Spalletti: “Sta sulle palle alla maggior parte dei giornalisti napoletani, perchè non risponde ai messaggi, ai whatsapp, perchè non va a fare le cene, perchè non da la formazione, perchè non si mette a fare comunella con tizio, con Caio e con Sempronio. A Napoli Ancelotti li ha abituati benissimo i giornalisti, lui allena la stampa. è straordinario da questo punto di vista. Gattuso gli scrivevi, ti rispondeva dopo quindici secondi e ti metteva il cuoricino vicino. Sarri se non ti diceva lui le cose direttamente, te le diceva Calzona. Possiamo parlare apertamente, non è che dobbiamo far vedere che le cose non le sappiano, quindi a Napoli i giornalisti erano stati abituati benissimo. Spalletti è una che si fa i caz*i suoi, non gliene frega niente di nessuno, non parla con nessuno, parla a stento con il presidente e ha un rapporto fantastico con i suoi calciatori, tranne che con un paio che pensavano di giocare di più, uno di questi si chiama Dries Mertens. Io onestamente guardo al campo, il Napoli viene da due anni senza Champions, sarò che la Juve quest’anno ha fatto schifo, l’Atalanta ha fatto schifo in campionato, sarà tutto quello che volete, ma a febbraio il Napoli stava in Champions League e fino ad aprile ha lottato per lo scudetto, cosa che non è avvenuta negli altri anni. Io mi limito a guardare i fatti, poi se a tanta gente Spalletti sta sulle scatole, per tutti questi motivi qua, benissimo. Spalletti sta sulle scatole anche a De Laurentiis, gli stava sulle scatole Sarri, perchè lui è abituato ad avere un rapporto diverso. Non avrebbe mai cacciato Ancelotti, perchè chiaramente c’era un rapporto diverso. Spalletti ha un caratteraccio, probabilmente non ci condividerei dieci minuti a cena, ma devo guardare ai fatti, faccio il cronista. La verità è che in questo momento c’è un partito anti Spalletti  che sarà sempre più forte perchè non riesce ad avere il rapporto che si spera un giornalista possa avere con la stampa. Questo è il quadro“.

Autore dell'articolo: Andrea Riva