Jeremy McConnell giudicato colpevole di aver aggredito Stephanie Davis

Stephanie Davis, attrice britannica nota per la sua interpretazione nella soap opera Hollyoaks, ha vinto la sua battaglia contro l’ex compagno Jeremy McConnell. L’uomo, infatti, è stato giudicato colpevole di aver aggredito l’attrice nel marzo scorso. Si chiude così, una vicenda tormentata per una delle coppie più chiacchierate del Regno Unito.

Jeremy McConnell è colpevole

Jeremy McConnell è stato giudicato colpevole e ora rischia una condanna fino a sei mesi. L’ex compagna, l’attrice  Stephanie Davis, ha pianto in tribunale ricordando gli avvenimenti del marzo scorso.
Il modello irlandese, strafatto di cocaina, avrebbe minacciato l’allora compagna di sfregiarla con l’acido. Sono stati attimi di grande commozione in aula, mentre la Davis raccontava gli avvenimenti.
Stando alla sua deposizione, l’uomo avrebbe tentato di colpirla, amche mentre lei teneva il loro bambino in braccio. Poi, se ne sarebbe andato, ritornando successivamente e cercando  di sfondare a calci la porta.
Il giudice Wendy Lloydci ha messo appena 15 minuti per dichiarare McConnell colpevole, dicendo alla corte: “Questa è una storia triste, come molti di questo tipo c’è molta emozione da entrambe le parti”.

Jeremy McConnell e Stephanie Davis: storia tormentata

Quella tra Jeremy McConnell e Stephanie Davis è stata una storia tormentata. Prima dell’aggressione di marzo, la coppia aveva avuto altri alterchi. Stando alle dichiarazioni della Davis, McConnell, quella sera di marzo, l’aggredì perchè era convinto che lei avesse una relazione. Ne era talmente convinto che, prima di aggredirla, si mise a cercare l’uomo in giro per tutta la casa.
La tensione tra i due era visibile anche in aula. Il modello irlandese, ha, infatti definito “bufie” le parole dell’attrice, che, dal canto suo, ha invitato l’imputato a “non interrompermi mentre sto parlando”.
Subito dopo la sentenza, Stephanie è uscita dal tribunale, sorridendo per il verdetto emesso dal giudice che le ha ridato la serenità perduta.

VAI