La 5 migliori maglie Christmas Match dell’Atalanta (dal 2010 ad oggi)

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Il caso attorno alla nuova maglia Christmas Match dell’Atalanta si sta facendo sempre più sentire: l’inserimento della Skyline di Torino al posto di quella bergamasca è stato un gravissimo errore. In attesa di quelle che saranno le prossime mosse della società, ecco una TOP 5 per quanto concerne le divise natalizie dell’Atalanta (dal 2010 ad oggi).

TROPPO BELLA PER LA SERIE B: MAGLIA ATALANTA 2010-2011

 

Partiamo dall’Errea: uno sponsor tecnico che, nonostante solo 6 anni di collaborazione, ha sempre portato delle prime maglie assai interessanti. Quella sfilata durante il derby contro l’Albinoleffe è assolutamente la migliore: sfondo nero, righine nerazzurre (simile a quella che proporrà l’Inter nella stagione 2014/2015) e inserti bianchi e azzurri in puro stile natalizio. Da notare il bordo-manica assai straordinario.

PATRIOTTISMO BERGAMASCO: MAGLIA ATALANTA 2013-2014

Tanto bella quanto meno citata da parte della critica nerazzurra. Contro la Juventus, l’Atalanta tira fuori un classico rosso natalizio, ma l’inserimento in formato ridotto (e ripetuto per tutta l’area della casacca) di tutti i comuni di Bergamo tende a renderla speciale.

SEMPLICE MA EFFICACE: MAGLIA ATALANTA 2011-2012

Sulla falsa riga dell’annata precedente: semplificata e al tempo stesso apprezzata. Sfondo nero, albero di natale bianco e inserti azzurri tra bordo-maniche e colletto. Per quelli più esperti ha ricordato parecchio l’edizione del trofeo Bortolotti 2008-2009.

PIU’ AZZURRI CHE NERI: MAGLIA ATALANTA 2018-2019

Sfondo azzurro, inserti all’insegna dell’indaco (fianchi, spalle e parte inferiore della casacca) e lo skyline di città Alta: praticamente la terza maglia di quella stagione.

LO STILE IN SECONDO PIANO: MAGLIA ATALANTA 2019-2020

 

Entra di diritto più per la partita che per lo stile in sé. Un verde stile 2014/2015, ma con una righe nerazzurre sia sul petto che sulle maniche. Casacca semplice, ma entrata di diritto nella storia per il 5-0 rifilato al Milan: chiudendo un 2019 eccezionale.

Autore dell'articolo: Filippo Davide Di Santo