L’Atalanta ha raggiunto il famoso salto di qualità (ora si può volare)

 
RSS
Follow by Email
Twitter
Visit Us
Follow Me

Avere la capacità di reagire alle difficoltà. Questo doveva essere l’obiettivo dell’Atalanta contro il Verona: una partita che ha visto la Dea vincere per 2-1 al Bentegodi. Ciò che etichetta questa prova del 9 come superata a pieni voti sta nel “come” questa sfida è stata affrontata. Certo, ci sono stati degli errori (specialmente nel primo tempo), ma il modo migliore per capire l’effettivo valore di una squadra è quando le cose si mettono male rispetto ad un 5-0 conquistato senza tanti problemi.

fonte foto calcio e finanza

Quella vista ieri è stata un’Atalanta che ha convinto non solo nel sorpasso, ma specialmente nella gestione della gara. Per esempio un Juan Musso che prima subisce goal e poi salva il match con due interventi fondamentali oppure De Roon che dimostra solidità dopo aver perso molti palloni nel primo tempo: un gruppo compatto in grado di compensare gli errori fatti. Se fino a qualche mese fa era l’imprevedibilità ad impedire ai nerazzurri di salire sempre più in alto (tipo vincere contro la big di turno e pareggiare contro l’ultima in classifica). L’Atalanta ha finalmente raggiunto il famoso salto di qualità: ora si può finalmente sognare ad occhi aperti.

Please follow and like us:
Pin Share
 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: Filippo Davide Di Santo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *