green pass nuove misure

Mascherine, scuola, green pass: nuove misure per il Covid-19

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Notizie finalmente positive a proposito del Covid-19. Dopo l’aumento di casi nei mesi freddi, la campagna vaccinale, le precauzioni igieniche, le temperature più miti portano a una diminuzione dei contagi. Gli esperti hanno infatti registrato quasi 63.000 casi in meno lo scorso 8 febbraio rispetto al giorno precedente. Il governo si adegua, concedendo una maggiore libertà. Dalla scuola ai locali pubblici, dall’uso delle mascherine al green pass, nuove misure stanno entrando in vigore.

 

Green pass, le nuove misure

A proposito di green pass, nuove misure attendono i cittadini. Il green pass è illimitato per le persone che hanno completato l’intero ciclo vaccinale contro il Covid-19, quindi hanno effettuato le tre dosi. È illimitata la durata della certificazione verde anche per coloro che hanno completato il ciclo primario della vaccinazione, con due dosi, poi hanno contratto il Covid e sono guarite. Per avere il green pass senza limitazioni la malattia deve essere avvenuta dopo le prime dosi. Se invece una persona ha avuto il Covid-19 e quindi ha effettuato due dosi di vaccino, ha un green pass della durata di sei mesi. Chi non ha completato il ciclo vaccinale o ha avuto il Covid e poi è guarito ma non si è vaccinato, ha un green pass che dura sei mesi. Il green pass base, dopo tampone negativo, dura 48 o 72 ore.

 

Guida come scaricare il green pass

Per scaricare il green pass, si dovrà continuare come prima. Sullo smartphone arriva un messaggio con l’authcode per scaricare il documento qui  o dall’app Immuni per chi la possiede. Il messaggio compare alla fine della vaccinazione, ad avvenuta guarigione o dopo tampone negativo. Chi possiede la app IO trova direttamente il green pass. Nuove misure esistono invece per gli over 50. I lavoratori oltre questa età ottengono la certificazione verde con la prima dose. Devono però completare l’intero ciclo vaccinale. In caso contrario, ricevono una multa.

 

Green pass, dove è necessario

Per entrare nei negozi, nelle banche e negli uffici postali bisogna possedere almeno il green pass base, che si ottiene con il tampone antigenico (valido per 48 ore) oppure quello molecolare (valido per 72 ore). Non è necessario presentare il green pass nei negozi che vendono cibi e bevande, medicinali, articoli ortopedici, medicali e igienico-sanitario, materiali per l’ottica, alimenti per animali. Inoltre non occorre se ci si deve recare presso gli uffici delle forze dell’ordine e polizia locale ma solo per ragioni indifferibili o urgenti.

 

La quarantena dura la metà

Oltre a quelle per il green pass, nuove misure sono in vigore anche per quanto riguarda la quarantena, il periodo di isolamento in caso di contagio. Niente didattica a distanza dalla scuola primaria alle superiori, per gli alunni vaccinati e guariti indipendentemente dal numero dei positivi in classe. Gli studenti che non hanno avuto il vaccino andranno in Dad a partire dal secondo caso di contagio in poi. Tutti i bambini e i ragazzi in aula indosseranno la mascherina Ffp2. Per i non vaccinati, in caso di contatto stretto con un soggetto positivo, la quarantena passa da 10 a 5 giorni. È possibile tornare a scuola dopo un tampone negativo. Alla scuola per l’infanzia, la quarantena scatta se ci sono 5 casi di bambini positivi.

 

Stop mascherine all’aperto

Fino al 10 febbraio è d’obbligo indossare la mascherina sia all’aperto sia al chiuso. Da venerdì 11 febbraio decade l’obbligatorietà di mascherina all’aperto. È ancora necessario indossarla nei luoghi al chiuso, almeno fino al prossimo 31 marzo. Nei bar e nei ristoranti si indossa la mascherina quando ci si alza dal tavolo. Nei centri sportivi la mascherina è d’obbligo negli spazi comuni, mentre si può togliere durante l’allenamento. A teatro e al cinema si deve indossare sempre. Sui mezzi di trasporto come treni, navi aerei, ma anche su autobus, tram e metropolitane è obbligatorio indossare la mascherina Ffp2. Il 31 marzo dovrebbe scadere lo stato di emergenza. Fino ad allora non è possibile prevedere se l’obbligo di mascherine al chiuso potrà decadere.

 

 

 

 

 

 

 

Autore dell'articolo: Roberta Raviolo