Per l’Atalanta un calciomercato estivo da 7,5: ora la parola va al campo

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Dopo mesi di voci, trattative, cessioni e acquisti, il calciomercato estivo 2021 è arrivato finalmente al termine. L’Atalanta non si è fatta trovare impreparata, cercando di potenziare la rosa nella maniera migliore possibile. Ecco la pagella del mercato nerazzurro analizzando ruolo per ruolo.

PORTIERI: 10

Il voto più alto per una vera e propria operazione perfetta: fuori un Gollini ormai arrivato al capolinea (specialmente con Gasp); dentro Juan Musso per alzare ulteriormente il livello. In rosa mantenuti Rossi e Sportiello: scelta tanto logica quanto perfetta.

DIFENSORI: 8

Per sostituire Mattia Caldara (praticamente assente per tutta la stagione) è stato preso Lovato: considerato da tutti come uno dei difensori italiani più promettenti della Serie A. L’operazione che ha portato Romero al Tottenham e Demiral a Bergamo ha creato un po’ di punti interrogativi. Certo, sarà il campo a sentenziare l’ex Juve ma c’è anche da tenere conto che Cristian, ad inizio stagione scorsa, era considerato un oggetto misterioso (il resto è storia).

CENTROCAMPISTI: 8

Uno dei ruoli che doveva essere maggiormente potenziato: specialmente per quanto concerne il vice De Roon. E’ arrivato all’Atalanta Koopmainers: giudicato da tutti come il profilo perfetto. La pecca è stata la tempistica, tuttavia compensato dalla cifra bassa con cui è stato preso.

ESTERNI: 6,5

Il classico compitino per chi deve semplicemente puntellare una determinata posizione. Oltre ad aver trattenuto i propri gioielli, sono arrivati Pezzella e Zappacosta per mantenere regolare la coperta sulle fasce. L’ex Parma è da valutare, Davide ritorna con buoni propositi (in attesa del ritorno di Hateboer).

ATTACCANTI: 6

Da (quasi) tabularasa a reparto praticamente intoccabile. Per sostituire Zapata è stato trattenuto Piccoli; come vice Muriel è rimasto Ilicic; sulla trequarti un posto per quattro giocatori (Pessina, Miranchuk e Pasalic). Sulla carta non è insufficiente, ma un altro attaccante esterno poteva sicuramente fare la differenza: su tutti un Boga che l’Atalanta era vicina a portare a Bergamo.

fonte (calcioweb)

Autore dell'articolo: Filippo Davide Di Santo