Operazione "Phantom ticket", Gdf Chieti scopre maxi frode fiscale

“Phantom ticket”, Gdf Chieti scopre maxi frode fiscale

Operazione “Phantom ticket”, Gdf Chieti scopre maxi frode fiscale

CHIETI – Gdf – Il nucleo di Polizia tributaria della Guardia di Finanza di Chieti ha scoperto una maxi frode fiscale ultramilionaria indagando su un gruppo che opera nella ristorazione ed anche nella vendita di preziosi.

 

Cinque persone, legali rappresentanti di sette società di capitali, risultano denunciate a piede libero per dichiarazioni fraudolente mediante artifizi. Sono, invece, sei le persone denunciate per dichiarazioni infedeli in quanto avrebbero percepito redditi da capitali in nero.

Operazione “Phantom ticket”: ristorazione e preziosi, redditi non dichiarati per 45 milioni

L’operazione delle Fiamme Gialle teatine, ribattezzata “Phantom ticket“, ha portato alla scoperta di redditi non dichiarati; ben 45 milioni di euro, di valore della produzione non dichiarato per 25 milioni di euro e di Iva evasa per 3,5 milioni di euro.

Dagli accertamenti, inoltre, emerge che i cinque imprenditori legati fra loro da vincoli di parentela avrebbero effettuato continui versamenti nelle loro innumerevoli società, oltre 170 nel periodo che va dal 2005 al 2014, di una entità tale da fare emergere una significativa divergenza tra quanto dichiarato e effettivamente conseguito.

 
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di WebMagazine24
 
 

Autore dell'articolo: Massimo Giuliano


Articoli consigliati: