Russia dichiara Guerra Economica agli Stati Uniti, Trump costretto a firmare sanzioni.

Secondo l’agenzia di stampa di Anonymus, la Russia avrebbe dichiarato lo STATO DI GUERRA agli Stati Uniti d’America.

In questo momento della storia esiste uno stato di guerra tra la Federazione Russa e gli Stati Uniti, con tutti i membri dell’unione sovietiaca, tra cui il presidente Putin, che autorizzano un contrattaccoMasterchain” contro gli americani che, se riuscisse pienamente, avrebbe potuto vedere in ginocchio l’intera economia degli stati uniti, e la possibilita che siano state distrutte le riserve economiche alla fine del mese di Ottobre.

 CLICCA E VEDI IL VIDEO DI ANONYMUS 

 

Anonymus: la Russia non intende più trattare con gli Stati Uniti, forze nascoste nel governo USA comandano il presidente Trump.

Come Anonymus ha avvertito nel suo video “Lo stato profondo statunitense si sta preparando ad eliminare il Presidente Donald Trump”, il presidente Trump, ieri, non è stato in grado di sopportare e respingere le forze dello stato “profondo” disposte contro di lui, nel suo stesso paese, costringendolo così a firmare un nuovo regime di sanzioni contro la Russia che specificamente punta a distruggere tutte le principali industrie russe  internazionali; La risposta che il primo ministro Dmitry Medvedev ha dato in fretta e senza timore e stata la seguente:

“La firma di nuove sanzioni contro la Russia trasformate in legge dal presidente americano Trump porta a diverse conseguenze: In primo luogo, la speranza di migliorare le nostre relazioni con la nuova amministrazione statunitense è finita. In secondo luogo, gli Stati Uniti hanno appena dichiarato una guerra commerciale a pieno titolo sulla Russia, per puntare a mettere in ginocchio la nostra economia. In terzo luogo, l’amministrazione del presidente Donald Trump ha dimostrato che è assolutamente impotente e che, nel modo più umiliante per chi sta al potere, ha trasferito senza battere ciglio i poteri esecutivi al Congresso. Questo dimostra che ci stanno forze nascoste nel governo americano che neanche il presidente Trump può gestire.

Questa situazione sposta di molto l’allineamento delle forze governative negli ambienti politici americani.

Via