ASPI potenzia il contributo italiano ai temi del B20 con la nomina alla co-presidenza della Task Force “Integrity & Compliance”

ASPI potenzia il contributo italiano ai temi del B20 con la nomina alla co-presidenza della Task Force “Integrity & Compliance”

Condividi su:

 

ROMA – La diciannovesima edizione del B20, ospitata quest’anno in Brasile sotto il tema “Inclusive Growth for a Sustainable Future”, vede ASPI in prima linea: il Gruppo Autostrade per l’Italia ha presenziato all’evento di apertura del B20, tenutosi il 29 gennaio, insieme alle più importanti aziende provenienti da tutto il mondo, contribuendo alla discussione e agli sforzi collettivi per promuovere una crescita inclusiva e sostenibile. Il Direttore Risk, Business Integrity, Resilience & Quality di ASPI, Nicola Allocca, già presidente del Comitato Anticorruzione Business dell’OCSE, ha ricevuto la nomina alla copresidenza della Task Force “Integrity and Compliance” del B20 Brasile.

ASPI potenzia il contributo italiano ai temi del B20 con la nomina alla co-presidenza della Task Force “Integrity & Compliance”

Un organismo che ha il compito di formulare le raccomandazioni per i governi, in merito alle misure anticorruzione e la promozione di una governance aziendale che garantisca responsabilità e comportamenti etici all’interno delle organizzazioni. Con questa nuova designazione, Autostrade per l’Italia potenzia il proprio contributo come player internazionale, nel promuovere valori etici e pratiche commerciali responsabili a livello globale. Roberto Tomasi, Amministratore Delegato di ASPI, ha commentato: “La nostra partecipazione ai tavoli internazionali e al B20 ci consente di rimanere allineati con le best practice, perseguendo standard sempre più elevati in termini di qualità, sicurezza, sostenibilità e legalità”.

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24