Cassazione: i migranti si conformino ai nostri valori

Storica sentenza della Cassazione, oggi, i cui giudici hanno stabilito che gli stranieri che hanno deciso di risiedere in Italia, devono rispettare i valori del Paese ospitante, anche se questi sono diversi dai loro. La sentenza è arrivata dopo il caso di un indiano sikh, il quale aveva fatto ricorso per una multa di 2.000 euro per aver portato con sé un coltello di 18,5 centimetri, come prevedeva la sua religione ma vietato dalle legge italiana.

I giudici della Cassazione hanno affermato che lo straniero «deve conformare i propri valori a quelli del mondo occidentale, in cui ha liberamente scelto di inserirsi, e di verificare preventivamente la compatibilità dei propri comportamenti con i principi che la regolano».

Secondo la Cassazione, occorre la consapevolezza dei diversi valori

La sentenza conferma che lo straniero ha il dovere di informarsi preventivamente sulle leggi del Paese in cui andrà a vivere, arrivando quindi con la consapevolezza di cose si è autorizzati  fare e quali atti sono invece vietati.

La Cassazione ha comunque voluto confermare l’articolo 2 della Costituzione, il quale assicura il pluralismo sociale e consente comunque di non rinnegare i propri valori, ma adattarsi a quelli previsti.

I giudici hanno infine concluso spiegando che «la decisione di stabilirsi in una società in cui è noto, e si ha consapevolezza, che i valori di riferimento sono diversi da quella di provenienza ne impone il rispetto e non è tollerabile che l’attaccamento ai propri valori, seppure leciti secondo le leggi vigenti nel paese di provenienza, porti alla violazione cosciente di quelli della società ospitante».

Il caso dell’indiano sikh

L’indiano di religione sikh era stato fermato a Goito (MN) il 6 marzo 2013 dalle autorità italiane per aver portato un coltello di 18,5 centrimetri con sé e aveva preso una multa da 2.000 euro, su decisione dal tribunale di Mantova nel 2015.  Aveva fatto ricorso, infine, perché il trasporto del coltello era previsto dai suoi valori.

Immagine di Repubblica.it

Via

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: