Vertice Ue. Per Gentiloni serve scatto dall’Unione sui migranti

Questa mattina, poco prima del vertice Ue sul digitale a Tallinn, il premier Gentiloni e la (neo) Cancelliera Angela Merkel si sono intrattenuti per discutere dell’emergenza migranti. «Oggi è il momento che le diverse politiche europee si diano uno scatto di ambizione» ha spiegato il presidente del Consiglio. Rivolto alla collega tedesca, ha poi continuato: «Mi auguro che il governo che verrà costituito in Germania contribuisca alla spinta necessaria alle politiche di crescita e lavoro, con la cancelliera il livello di collaborazione è sempre positivo».

Secondo il premier italiano, occorre una spinta da parte dell’Unione europea. Questa deve portare una soluzione costruttiva al problema dei migranti e strategie di crescita da avviare in Africa, in modo da bloccare l’emigrazione.

Discussione al Consiglio europeo proposte proveniente dal vertice Ue

«Quello che interessa a noi è che le proposte ambiziose dell’Unione siano sulla sicurezza e sulla gestione dei flussi migratori, sui rapporti con l’Africa, gli investimenti in Africa» ha sottolineato. Le proposte che arriveranno oggi dal vertice sul digitale, chiamato Digital Summit, verranno poi discusse al Consiglio europeo, in un dibattito che secondo il premier non sara’ affatto semplice.

La strada da seguire insieme, continua, deve avere un punto in comune. Ovvero il rilancio delle politiche di espansione e di crescita. Solo in questo modo si potra’ uscire dall’emergenza. E trovare cosi’ una soluzione che soddisfi tutti.

Web tax, accordo tra Italia, Francia, Germania e Spagna

Riguardo alla web tax, il premier Gentiloni ha riproposto l’accordo di fine agosto realizzato da Italia, Germania, Francia e Spagna. Oltre all’accordo tra i 4, secondo Gentiloni occorre che il testo sia approvato da tutti i 28 Paesi presenti al vertice Ue, solo cosi’ avra’ un effetto completo e soddisfacente.

Il tema e’ stato confermato anche presidente della Commissione Ue Jean-Claude Juncker e dal presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani. Tutte le proposte, riguardanti sia l’immigrazione, che la web tax e le strategie di crescita e sviluppo economico, saranno tutte analizzate entro il summit del 19-20 ottobre, per avere sul tavolo delle proposte serie e applicabili.

Fonte: ansa.it