Criminalità informatica: Kaspersky Lab, “collabora con l’intelligence Russa e FSB”.

Rivendicazioni temono che Kaspersky aiuti l’intelligence russa : Sì, proprio cosi, Kaspersky Lab collabora con le agenzie governative russe, proprio come con quelle americane. L’azienda nega ogni cosa in merito a questa accusa e si difende affermando che aiuta soltanto a combattere la criminalità informatica.

Criminalità informatica: Ancora una volta, la società antivirus e di sicurezza russa Kaspersky Lab è accusata di lavorare a stretto contatto con la principale agenzia di intelligence della Russia, la FSB.

Kaspersky risponde: “A prescindere dal modo in cui i fatti si misconoscono con una teoria ipotetica e falsa, Kaspersky Lab e i suoi dirigenti, non hanno legami inadeguati con nessun governo. L’azienda lavora regolarmente con i governi e le agenzie di tutto il Mondo al solo scopo di combattere la criminalità informatica “.

In questo ultimo giro, Bloomberg Businessweek riferisce di essere a conoscenza dello scambio di e-mail dall’ottobre 2009, tra Eugene Kaspersky e il suo senior staff che descrivono un progetto segreto per “il lato Lubyanka”, un riferimento per gli uffici FSB.

Bloomberg dice che Kaspersky ha confermato che le email sono autentiche. Kaspersky nega tuttavia questo.

Un rappresentante di Kaspersky ha dichiarato: “Kaspersky Lab non ha mai confermato che le e-mail sono autentiche a quello che i media suppongono, ma e una comunicazione interna che contiene le discussioni aziendali di routine per quanto riguarda lo sviluppo del prodotto e questi possono essere il documento a cui i media stanno facendo riferimento. ”

Kaspersky ha affermato che aiuta le forze dell’ordine in tutto il mondo a combattere il malware e la criminalità informatica.

Queste email riguardano la protezione distribuita denial of service (DDoS). Oltre a difendere contro gli attacchi DDoS, includerebbe la collaborazione con i fornitori di Internet per identificare gli attaccanti e le “contromisure attive”.

Kaspersky ha chiarito che “non coopera con aziende di hosting per individuare autori cattivi e la collaborazione con i provider di hosting in un contesto anti-DDoS significa lavorare con un provider di hosting per bloccare un attacco al loro livello, prima che il traffico maligno raggiunga la risorsa web attaccata.

“Questo accade quando gli esperti dell’azienda capiscono che le potenziali fonti dell’attacco si trovano in particolare i data center”, ha detto la società.

L’articolo afferma che queste contromisure attive prevedevano di informare “la FSB e tutta l’intelligence in tempo reale sulla posizione degli hacker e inviare esperti per accompagnare la FSB e la polizia russa quando conducono incursioni nelle sale operative hacker “.

La società ha risposto a questo: “Kaspersky Lab assiste le agenzie di contrasto hacker in tutto il mondo per combattere le minacce informatiche, inclusi quelli in Russia, fornendo competenze di cybersecurity su malware e cyberattacchi. La legge obbliga a fornire solo competenze tecniche durante tutta l’inchiesta per aiutarli a catturare i criminali informatici. Per quanto riguarda i raid e la cattura fisica di criminali informatici, Kaspersky Lab potrebbe andare avanti per esaminare qualsiasi prova digitale trovata, ma è nella misura della nostra partecipazione “.

 

 

Via