critica premiazione mondiale club

Critica allo sceicco Al Thani nella premiazione del mondiale per club

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Critica premiazione mondiale club. Un membro della famiglia reale del Qatar avrebbe deliberatamente ignorato due assistenti donne arbitrali nella finale disputata giovedì scorso a Doha.

Autore del gesto sconsiderato è lo sceicco Joaan bin Hamad bin Khalifa Al Thani, presidente del comitato olimpico qatariota.

Critica premiazione mondiale club, il video circola in rete creando malumori

In un video, che sta circolando in rete, si vede lo stesso sceicco porgere un saluto, con un pugno come regole da covid, ad uno degli arbitri della finale.

Ma le assistenti brasiliane Edina Alves Batista e Neuza Back sono state letteralmente ignorate. Nel video, inoltre, si vede il presidente della FIFA Gianni Infantino che avverte Batista e Back del gesto scortese dello sceicco. Come si è visto sono state ignorate, senza alcuna possibilità di rimostranze o gesti di rivolta straordinari.

Lo sceicco Al Thani avrebbe avuto un comportamento che deriva dall’usanza musulmana. Questa regola prevede il divieto di contatto tra uomini e donne, a meno che non siano coniugi o parenti.

C’entrano di mezzo ragioni culturali e religiose. Ma non solo, perché il gesto incriminato non si è visto solo in una zona orientale.

Episodi accaduti anche in Occidente, a meno di due anni dal mondiale in Qatar

Anche dalle parti nostre, in Occidente, si sono viste repliche più o meno fedeli di questo atteggiamento. Per esempio, al termine di una partita tra una squadra tedesca ed una messicana, con un gruppo di arbitri brasiliani ed uruguyani sta attirando altrettanti e forti critiche.

Fra poco meno di due anni sarà in programma il mondiale in Qatar. Molte organizzazioni lo hanno criticato per le sue violazioni dei diritti umani. È ricco e pieno di risorse, visti gli investimenti che hanno fatto in Europa e che hanno intenzione di fare.

Le autorità sportive hanno comunque cercato di difendersi dalle accuse mosse nei loro confronti. Hanno spiegato solamente in un fraintendimento quale origine del caso scoppiato.

Fonte foto: Pagina Wikipedia di Al Thani

Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24