Fiorentina-Inter, Valeri ci ricasca! Dopo Hateboer-Leao altro errore grave?

 

Fiorentina-Inter in archivio ma le polemiche ancora non si placano e non lo faranno per parecchio. Protagonista in negativo ancora una volta l’arbitro Paolo Valeri. Durissime critiche dopo la direzione di Fiorentina-Inter, con due episodi su tutti che hanno scatenato l’ira dei tifosi viola e non solo. L’ultimo in ordine di tempo è il contatto Dzeko-Milenkovic in occasione del gol vittoria di Mkhitaryan, un caso dubbio con la viola a reclamare il fallo che avrebbe invalidato la rete. Dubbi invece non ce ne sono sul grande episodio della gara, l’incredibile gestione del rigore assegnato ai padroni di casa senza un cartellino per Federico Dimarco.

Valeri sbaglia di nuovo dopo il caso Hateboer-Leao

L’intervento di Dimarco su Bonaventura doveva portare inevitabilmente al rigore per la Fiorentina e così è stato, grazie però all’intervento del VAR. Valeri può osservare la dinamica del fallo, gamba tesa e piede a martello in pieno sulla gamba del centrocampista che ha appena calciato il pallone. Ed è lì che accade l’inspiegabile: l’arbitro assegna il rigore ma non estrae un cartellino rosso solare. Era il 33′ e la decisione ha un peso specifico notevole nell’economia della gara, avrebbe portato l’Inter a giocare per oltre un’ora in inferiorità numerica. Il tutto accade in una settimana in cui Valeri era già finito sotto i riflettori per una dichiarazione, nella quale ammetteva di aver giudicato male il colore di un cartellino: il riferimento va al fallo di Hateboer su Leao nell’ultimo Atalanta-Milan, “era rosso fuoco” ha dichiarato l’arbitro che nell’occasione si trovava al VAR. Da Bergamo a Firenze, la gestione è anche peggiorata se si considera che il difensore nerazzurro non ha ricevuto neanche il giallo per l’intervento su Bonaventura.

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: Andrea Milano