Google Pixel: su Geekbench trovato con Android O

Un modello di Google Pixel che esegue Android O è stato elencato su Geekbench. Il dispositivo è apparso sabato, precisando ciò che sembra una variante regolare della versione 2016 prodotta da Google. Il singolo core ha ottenuto 1.631 come punteggio e ciò potrebbe suggerire che il colosso Mountain View ha potuto migliorare le prestazioni del Pixel con Android O. Lo stesso elenco mostra anche che il dispositivo testato ha ottenuto 3.876 punti nel test multi-core. Mentre il normale torre di Google Pixel in esecuzione normalmente va a nord di 4.000 punti in questo particolare benchmark.

Google Pixel: Android O avrà una nuova anteprima in pochi mesi

Google ha lanciato l’anteprima di Android O alla conferenza di sviluppo di Google I / O di quest’anno, suggerendo che un’altra anteprima sarà disponibile nei prossimi mesi prima che il sistema operativo diventi ufficiale. Tra le altre cose, l’ultima generazione del prossimo sistema operativo mobile di Google viene fornito con un nuovo tipo di badge di notifica e migliora notevolmente gli strumenti per la gestione della batteria. Infatti tali strumenti, permettono di capire come le varie applicazioni possano influire sul consumo della batteria. Android O presenta anche i canali di notifica che possono essere utilizzati per la classificazione e (de) la priorità delle notifiche per il loro tipo, oltre a offrire varie modifiche alle prestazioni che sono intese a migliorare l’esperienza complessiva dell’utente del software.

Android O, permette anche di impostare la priorità delle notifiche in arrivo tramite appositi canali di notifiche. Ad esempio, si può scegliere, di mostrare in alto, le notifiche di alcune applicazioni in particolare e di raggrupparle in canali.

Google dovrebbe rivelare il nome ufficiale di Android O, oltre che dare il numero della versione nel terzo trimestre dell’anno. Molti osservatori del settore speculando che l’azienda opterà per Android 8.0 Oreo. Le prime versioni stabili del sistema operativo inizieranno ad arrivare sui dispositivi Google Pixel, Pixel XL e Nexus.

Di seguito è riportato ciò che è stato segnalato su Geekbench.

Fonte

Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: