Terzo richiamo vaccino anti Covid

In Francia il governo non imporrà l’obbligo vaccinale

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

PARIGI – In Francia il governo non imporrà l’obbligo vaccinale contro il coronavirus. Lo ha dichiarato il portavoce dell’esecutivo, Gabriel Attal, aggiungendo che Parigi non intende l’obbligatorietà come un mezzo efficace per favorire la vaccinazione.

In base alle regole attualmente in vigore in Francia è necessario esibire la prova dell’avvenuta vaccinazione contro il Covid-19 o un test negativo per entrare in ristoranti, bar o utilizzare i treni interregionali. Con l’aumento dei casi della variante Omicron il parlamento francese sta discutendo la possibilità di non accettare più i test negativi.

In Francia il governo non imporrà l’obbligo vaccinale

In Italia, invece, ricordiamo che è stato stabilito l’obbligo vaccinale per tutti coloro che hanno compiuto i 50 anni valido da subito e, per chi non sarà in regola, scatta la multa. Ma a quanto ammonta la sanzione e fino a quando ci sarà il divieto di ingresso sul lavoro senza Super green pass? E cosa accade con il green pass ‘base’ per l’accesso alle attività? A spiegarlo sono fonti di Palazzo Chigi, sottolineando come le norme entreranno in vigore il giorno successivo alla pubblicazione del decreto-legge, approvato il 5 gennaio scorso in Cdm, nella Gazzetta Ufficiale, ed è previsto attualmente che duri fino al 15 giugno 2022.

Per tutti coloro (lavoratori e non) che non saranno in regola con l’obbligo vaccinale, a partire dal 1° febbraio 2022 è prevista una sanzione di 100 euro una tantum. La sanzione sarà irrogata dall’Agenzia delle entrate attraverso l’incrocio dei dati della popolazione residente con quelli risultanti nelle anagrafi vaccinali regionali o provinciali.

Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24