Juve vittoriosa, ma non c’é solo Ronaldo

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Juve Battuta la Sampdoria

La Juve vince con il risultato di 2-1 contro la Sampdoria. Risultato giusto, e Var protagonista in tre occasioni. La squadra di Massimiliano Allegri parte forte, cosi dopo appena due minuti è Ronaldo a segnare. Dalla zona sinistra del campo, si accentra e prima di entrare in area, fa esplodere un destro che si insacca nell’angolo opposto. Audero traffito, anche se c’é da dire che l’estremo difensore blucerchiato, risulterà poi il migliore dei suoi, evitando un passivo più cospicuo. La Samp reagisce e dopo circa 25 minuti inizia a giocare, tanto che raggiunge il pareggio con un rigore di Quagliarella, decretato dalla Var.

Juve – Sampdoria: secondo tempo

La Juve entra in campo con un piglio differente, ed inizia a bombardare letteralmente il bravissimo Audero. Una bomba di Ronaldo si ferma sulla traversa, mentre Dybala, Matuidi, Mandzukic sprecano occasioni favorevoli. Poi da calcio d’angolo parte la palla, e l’arbitro fischia un calcio di rigore, per tocco di braccio di Ferrari. Con l’aiuto della Var conferma la decisione. Sul dischetto si presenta Cristiano Ronaldo, gol (una sentenza). La Juve sfiora ancora diverse volte la terza segnatura, ma inaspettatamente arriva il gol della Doria. Lo mette a segno il neo entrato Saponara, con una conclusione di pregevole fattura. Il Var annula per evidente fuorigioco proprio di Saponara. La partita di chiude con alcuni contropiede pericolosi dei bianconeri.

Non solo Ronaldo

Cristiano è stato ancora decisivo, ma alcuni giocatori hanno davvero fatto un’ottima prestazione. Segnaliamo il solito apporto generoso di Blaise Matuidi, calciatore che pare essere davvero insostituibile. Poi la palma del migliore in campo probabilmente la meriterebbe Paulo Dybala. Grandi giocate, classe cristallina e addirittura recuperi da mediano di fatica. Gli è mancato solo il gol, ma é stato l’anima della Juventus. Un calciatore che cresce sempre di più, e che quando tornerà a segnare, diventerà uno dei tre calciatori più forti del mondo.

Dichiarazioni di Allegri post partita

«Allo scudetto mancano occhio e croce 37 punti. Con la Samp una bella partita, ma abbiamo subito troppe ripartenze nel finale»
Massimiliano Allegri ci ha tenuto a precisare: «37, sono i punti che occhio e croce mancano alla conquista dello scudetto – sottolinea il tecnico al termine della gara contro la Sampdoria che chiude l’anno – Era importante chiudere bene e non era semplice. Abbiamo avuto le nostre occasioni contro una buona squadra, ma siamo andati in confusione dopo il loro rigore. Nella ripresa siamo andati avanti dopo varie occasioni e abbiamo rischiato fino alla fine ma per fortuna c’era fuorigioco sul loro gol. Il Var? Giusto usarlo quando viene ritenuto opportuno. Valeri ha arbitrato bene e ha avuto bisogno del supporto della tecnologia. E’ stata una bella partita, ma alla fine vincevamo 2-1, bastava tenere palla senza forzare e invece abbiamo preso troppe ripartenze su palle perse. Sono errori che non dobbiamo commettere».

Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24