L’Atalanta deve pensare partita dopo partita: classifica corta e aspettative bipolari

 
RSS
Follow by Email
Twitter
Visit Us
Follow Me

Avete presente il concetto “pensare partita dopo partita”? Ecco, mai come in questo caso l’Atalanta si ritrova in una situazione di questo tipo quando si tratta di obiettivi stagionali. Già, perché davanti ad una classifica dove la distanza tra il quarto posto della Juventus e il settimo della Lazio ci sono soltanto 4 punti, e di conseguenza impossibile fare valutazioni certe su dove può arrivare la Dea di Gasperini.

Certo, l’obiettivo è la Champions League, ma è un dato di fatto parlare di bipolarità quando si tratta di umore, entusiasmo e aspettative: una vittoria fa parlare di scudetto, mentre una sconfitta tende ad accontentarsi anche della Conference. Ovviamente serve equilibrio, perché come l’Atalanta arranca lo fanno anche le sue dirette concorrenti. Facendo qualche paragone storico, ci si trova in una situazione simile a quella del 2018/2019: annata dove si decise tutto all’ultima giornata visto il campionato combattivo. I nerazzurri avranno certezze a 4 partite dalla fine (e occhio all’Europa League).

Please follow and like us:
Pin Share
 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: Filippo Davide Di Santo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *