Mano robotica

Mano robotica low cost: idea tutta italiana

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

È un progetto sperimentale tutto italiano quello della mano robotica, a opera di cinque giovani salernitani, che hanno ideato e stanno progettando “Mimic.Ha”: la mano robotica low cost.

Mano robotica a basso costo

I giovani trentenni campani, si sono avventurati nel progettare e realizzare una “mano animatronica” anche dei più poveri . Una mano artificiale a basso costo, ossia una protesi che in futuro  sarà accessibile a tutti. La mano robotica potrà essere addirittura stampata in 3D e controllata attraverso lo smartphone, ovviamente con un controller ad hoc. I giovani di San Valentino a Torio nella vita si occupano di elettronica e robotica applicata. La Mimic.Ha è stata progettata attraverso il gruppo, da loro fondato: D.A.M. Bros Robotic.

La prima mano robotica del team italiano è quella di un bambino

[adrotate banner=”22″]

Il primo campione realizzato dalle giovani menti italiane è stata la mano di un bambino. La parte esterna del primo prototipo è stata creata con il silicone. Gli ingegneri salernitani hanno dichiarato: “vogliamo dare la possibilità a chi non è ricco di poter ricevere una protesi molto realistica, copiata dall’altra mano”. Consapevoli che comunque il percorso da seguire sarà lungo e tortuoso, hanno già chiari quelli che saranno i prossimi step da seguire, che farà arrivare tutto il team alla realizzazione di un arto artificiale. La Mimic.Ha porterà, non solo a dare speranza a coloro che ne hanno perso un arto, ma attraverso ulteriori studi e sperimentazione a realizzare anche una mano robotica con un sensing. Ossia un arto artificiale con sensori tattili in grado di captare ogni cosa. Andranno avanti anche con il perfezionamento del sistema che porterà a intercettare gli stimoli nervosi, per permettere al cervello di muovere la mano artificiale anche di fronte a un arto che non c’è più. Ci vorranno un paio di anni prima che le protesi possano essere messe sul mercato e il costo approssimativo è stimato intorno ai 10.000 euro.

 

 

 

Via

Autore dell'articolo: Cesare Di Simone

Passione sfrenata per tutto ciò che è tecnologico utente di lungo corso Android e sostenitore di tutto ciò che è open-source e collateralmente amante del mondo Linux. Amante della formula uno e appassionato dell'occulto. Sono appassionato di oroscopo mi piace andare a vedere cosa dicono le stelle quotidianamente.