Moggi

Moggi sbotta contro Moratti: “Le bugie a furia di dirle, diventano verità. Qualcuno dell’Inter andava a rubare…”

Condividi su:

 

Ieri sera durante la trasmissione sul canale “7Gold“, Luciano Moggi ha voluto rispondere con durezza all’ex presidente dell’Inter, Massimo Moratti, che aveva replicato alla battuta di Massimiliano Allegri, dopo la vittoria contro il Sassuolo: “Il ruolo di cacciatore? Per forza, se c’è una lepre davanti, c’è qualcuno dietro che insegue, come il gioco a guardia e ladri, uguale. I ladri scappano e le guardie rincorrono“. L’ex dirigente bianconero ha parlato così:

Luciano Moggi contro Moratti

Le parole di Allegri su guardia e ladri? L’ha presa male soprattutto il solito Moratti. Ha fatto subito delle dichiarazioni dicendo che il campionato l’Inter non l’ha potuto vincere, quando sostanzialmente era manomesso (si riferisce a Calciopoli, ndr). Moratti non conosce che quando lui comprava Taribo West, io compravo per esempio Trezeguet. Quando lui comprava Hakan Sukur, che non faceva neppure il bagno per religione, io compravo Zidane. Ha cambiato in 12 anni 25 allenatori, io 3 (…). Certe volte le bugie a furia di dirle, diventano verità. Allora sapete cosa gli dico a Moratti? Lui andò non personalmente ma qualcuno dell’Inter, a rubare alla motorizzazione di Latina documenti falsi per la patente falsa per far diventare Recoba da extracomunitario a comunitario”

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: Andrea Riva