“OGM Travel Agency”, affrontare il tema della crisi ambientale con il linguaggio dell’animazione

Condividi su:

 

ROMA – Affrontare il tema della crisi ambientale con il linguaggio semplice e diretto dell’animazione. E’ quanto prevede la nuova serie “OGM Travel Agency”, al via venerdì 17 maggio, alle ore 18.20, tutti i giorni, su Rai Gulp e in boxset su RaiPlay. In un ipotetico lontano futuro, un improbabile trio gestisce l’unica agenzia di viaggi rimasta sulla terra. Elvis, panda dalle orecchie oversize, e Olivia, grintosa cavia peruviana, sono gli orgogliosi proprietari della OGM Travels. Ad assisterli c’è il fidato Johnson, un tranquillo e motivato cetriolo di mare perennemente in stato di stage.

Trainati da un incondizionato entusiasmo e grande spirito di iniziativa, i due titolari sono sempre alla ricerca di potenziali clienti, ai quali mostrare quanto la Terra sia meravigliosa e quanto meriti di avere un posto speciale nella galassia. Non danno mai retta a quell’invertebrato un po’ secchione a cui sono delegati i compiti più inutili, mentre sono proprio loro con le loro idee sconclusionate a far naufragare continuamente l’agenzia, trascinando i loro pochi e azzardati clienti in assurde imprese. Così la OGM Travels rimane inesorabilmente ferma all’ultimo posto nella scala di gradimento di tutte le agenzie viaggi dell’universo.

“OGM Travel Agency”, affrontare il tema della crisi ambientale con il linguaggio dell’animazione

Ma i nostri eroi non si perdono d’animo e vanno avanti, giorno dopo giorno, mossi dall’inossidabile certezza che la Terra sia una perla tutta da scoprire, il “fiore all’occhiello della Via Lattea”, e che la loro agenzia prima o poi sfonderà trovando il posto che merita nell’olimpo delle agenzie di viaggi. OGM Travels, che è prodotta da Studio Campedelli e Rai Kids, con la regia di Alessandro Belli, ha la sua originalità nel concept, semplice ma stravagante e si distingue per l’attualità e l’importanza dell’argomento che affronta. La peculiarità di questa serie è infatti quella di essere in realtà un modo per toccare un tema chiave per il pubblico a cui si rivolge: la crisi ambientale che ormai da tempo sta attraversando il nostro bel pianeta e che lo sta rendendo sempre più vulnerabile.

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24