Pecoraro all’attacco: “Non vollero darmi l’audio”

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

L’ex procuratore federale Giuseppe Pecoraro all’attacco: “Mi domando perché di certe situazioni esistesse video e audio”.

L’ex procuratore federale Giuseppe Pecoraro ha rilasciato delle dichiarazioni al Corriere dello Sport. Sono tantissimi i temi toccati. Si è spaziati dalla giustizia sportiva in generale, alle espressioni blasfeme, passando per il caso Suarez, Pjanic, fino ad arrivare a Juventus-Napoli di quest’anno. Tutte le dichiarazioni, ovviamente, sempre condite da una dose di polemica.

Pecoraro all’attacco: “Manca la volontà di andare fino in fondo”

Pecoraro all'attacco

 

Nel corso della sua intervista per il Corriere dello Sport, Pecoraro, ha parlato della situazione relativa ai regolamenti dei campionati: “la regolamentazione delle esclusioni e delle conseguenze sulla classifica meriterebbe una riforma approfondita. Ma è mancata nelle Leghe un’adeguata opera di sorveglianza e da parte della Federcalcio la dovuta attenzione. Perché? “‘Quieta non movere’, non disturbare ciò che giace tranquillo. Non è stato fatto nulla, nonostante le nostre sollecitazioni, su tre argomenti portanti quali i problemi di bilancio dei club, le scommesse e le plusvalenze. Manca la volontà di andare fino in fondo“.

Sul Caso Suarez ha detto: “Inoltre mi sarei aspettato di ascoltare una presa di posizione sulla questione dell’esame d’italiano di Suarez. Che cosa le ha fatto Gravina?  Nulla. Constato che di fronte alla necessità di strumenti più efficaci è stato dimezzato l’organico della procura federale. Eravamo in dieci, ci siamo ritrovati di colpo in cinque. Anche per questo ho deciso di andarmene“.

“Mi domando perché invece esistessero sonoro e video di tutte le altre situazioni”

L’ex procuratore federale è poi tornato sul suo caso più eclatante, ovvero Inter-Juventus del 2018. In quella famosa partita ci fu un intervento di Pjanic non sanzionato con l’espulsione da parte di Orsato. A tal proposito ecco le dichiarazioni di Pecoraro: “Si diceva che applicassi principi giuridici astratti ma non conoscessi i regolamenti? Si disse quando non vollero darmi l’audio del dialogo tra Orsato e il Var intorno alla mancata espulsione di Pjanic in Inter-Juventus del 2018. Perché, mi raccontarono, non esisteva. Mi domando perché invece esistessero sonoro e video di tutte le altre situazioni“.

Infine non poteva mancare un riferimento alle polemiche su Juventus-Napoli di questa stagione. La partita era prima stata rinviata, con la decisione di dare la vittoria a tavolino ai bianconeri. Poi tutto si è ribaltato con la partita che si giocherà, ancora non si sa quando. “Se mi convince la sentenza del collegio arbitrale del Coni su Juventus-Napoli? Non poteva che andare così, con l’annullamento della sconfitta a tavolino del Napoli. Questione di gerarchia delle fonti di diritto. Il presidente Franco Frattini è un giurista di livello eccelso” ha concluso Giuseppe Pecoraro.

Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24