Microsoft Store

Phil Spencer : sistemeremo il Microsoft Store per i giocatori

 

Windows 10 è sicuramente il sistema operativo più adatto ai videogiocatori di PC, tuttavia alcuni aspetti sono suscettibili di ulteriori miglioramenti. Phil Spencer di Microsoft, in occasione dell’X018, ha assicurato che il negozio online di Windows 10, in futuro, diverrà uno store a misura di giocatore.

Tra i vari problemi che affliggono lo store di Microsoft, quelli legati a download ed installazione dei giochi sono indubbiamente i più fastidiosi con procedure spesso buggate, comparsa di codici di errore ed installazioni che non vanno a buon fine. Alcuni titoli inoltre non supportano Nvidia Shadowplay e non è contemplata neppure la sovrapposizione di app esterne come Fraps o Discord.

Phil Spencer però sembra ben cosciente di tutti i problemi e ha intenzione di lavorare duramente al fine di ottimizzare e migliorare il Microsoft Store, seguendo i feedback dell’utenza, per farlo diventare il punto di riferimento dei videogiocatori di PC:

Abbiamo molto lavoro da fare su Windows e in questo momento sono molto concentrato sull’argomento, ho ascoltato tutti i feedback relativi al nostro store e ho intenzione di assumere un ruolo di maggior rilievo nei confronti di ciò che accade al suo interno. Voglio renderlo davvero a misura dei videogiocatori. Sarà un viaggio divertente

Phil Spencer ha quindi intenzione di migliorare ed ottimizzare al meglio lo store di Microsoft: ci riuscirà ? Sicuramente la strada sarà lunga tuttavia non è da escludere che già nei prossimi mesi possano arrivare i primi segnali di cambiamento considerando anche la crescita di Xbox Play Anywhere, la funzionalità extra di tutte le esclusive per Xbox One che contempla cross-buy, cross-play e cross-save tra console e PC Windows 10.

Fonte

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24