Boga-Atalanta, impatto iniziale positivo (ma il bello deve ancora venire)

Preparazione, schemi e tempo di migliorare: il vero Boga si vedrà nel 2023

 

Dall’inizio col botto a tanti punti interrogativi sul suo acquisto. Jeremie Boga, esplicitamente richiesto da Gasperini, sta deludendo le aspettative sia sul piano della continuità che per quanto concerne l’impronta alla partita. Ovviamente quando è in forma dimostra di essere un giocatore fondamentale (a Leverkusen il punto più alto), ma l’attuale numero 10 nerazzurro è l’ombra di quel giocatore che a Reggio Emilia faceva ballare le difese avversarie: complice anche di una collocazione tattica confusionaria dove passa da essere il quinto esterno alla fascia destra. Tutto da buttare? Flop? Troppo presto. Certo, non è esente da colpe, ma è pur vero che bisogna analizzare il contesto che lo circonda: arrivare a gennaio senza preparazione adeguata e con una squadra mai al completo diventa tutto più difficile. Il vero Boga verrà fuori il prossimo anno. Far paragoni è sempre particolare, ma il suo “predecessore”, prima di diventare quel Papu Gomez, ci ha impiegato un anno.

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: Filippo Davide Di Santo